20th Century Fox ha finalmente rilasciato il trailer per The Predator, quarto film canonico – nonché soft reboot/prequel/sequel – dell’omonima saga specializzata sin dal 1987 nel frapporre umani militarizzati ad alieni amanti della caccia. I temi del primo lungometraggio hanno tentato di accennare a riflessioni sulla piccolezza dell’essere umano, sul suo destino incerto quando viene coinvolto in scontri contro forze ignote, ma erano gli anni Ottanta e il protagonista era Arnold Schwarzenegger: non poteva che nascerne una pellicola d’azione piena zeppa di battute machiste.

Mimando la linea programmatica praticata senza pudore da Jurassic World, The Predator ha deciso di alzare il tiro aumentando il grado di sfida grazie a creature modificate geneticamente per essere più brutali ed efficienti. L’elemento caratteristico del trailer – se non l’unico vero motivo per dedicarvi tempo – è infatti riassumibile nella breve comparsa di un cacciatore alto tre metri, un essere irrefrenabile che brutalizza un suo collega alieno e divelle un muro di mattoni a mani nude.

Jurassic World - Il regno distrutto

Jurassic World - Il regno distrutto

Articolo di Emanuele Manco Giovedì, 7 giugno 2018

Il franchise di Jurassic World affonda nella noia e nella prevedibilità.

Leggi

Un simile esibizionismo non lascia certamente presagire una fine narrazione, men che meno se si considera che il copione è firmato dal dinamico duo Shane Black (Arma Letale, Last Action Hero) e Fred Dekker (Robocop 3, Arma Letale 4), autori celebri perlopiù per aver prestato la loro creatività a prodotti di serie B che sono divenuti nel tempo dei cult peccaminosamente piacevoli.

Boyd Holbrook (Logan), Trevante Rhodes (Moonlight), Olivia Munn (X-Men: Apocalypse), Alfie Allen (Game of Thrones), Thomas Jane (The Punisher) e Jake Busey (Starship Troopers) saranno tutti presenti in The Predator, la cui uscita è prevista per il 14 settembre.