La setta della giada - fantasy in versi


Autore Messaggio
Francesco Rizzo (Soft Mus
Hobbit
Messaggi: 1
MessaggioInviato: Ven 08 Lug 2016 21:02 pm    Oggetto: La setta della giada - fantasy in versi   

Era notte e tutto era nero,/in quattro presero un veliero,/come il cielo anch'esso nero/sull'onde via leggero./
In coperta, appena un cero./Tutti e quattro col pensiero/"di vivere io spero/e vendicarmi per davvero"/
Fiammella traballante, fumosa./Caravella scricchiolante, ondosa.
Via da una fine tragica/su un'imbarcazione magica,/via da ingiusti editti,/i loro cuori battevano zitti.
Cuori di maghi,/di certezze al più un paio,/sperduti come aghi abbandonati in un pagliaio.
Tal pagliaio, a poco a poco,/aveva preso fuoco./Il fuoco di un agone/tra il bastone e lo spadone./Dei templari una legione/dei maghi sol carbone.
I quattro mai stanchi/non eran maghi bianchi./Magia antica,/chi la sfida langue,/magia vietata,/magia di sangue./Accovacciati incappucciati/discorron preoccupati,/cullati e sballottati,/dei lor tremuli fati.
«Dove stiamo andando/sballottati tra onda e onda?»/«Per lo meno stiamo andando,/per lo meno non si affonda»/«Farò un altro incantesimo,/le forze mie non lésino./...
Vedo terre sconosciute,/le canzoni tramandate a tal riguardo sono mute»
«Un demone vermiglio/dentro me mi dà consiglio:/gran periglio è oltrepassare l'orizzonte e fare un miglio»/«Che dovremmo fare,/forse ritornare?/
Vada come vada/siam la setta della giada,/rimettiam piede nel regno e passeranno a fil di spada,/passeranno così noi,/taglieranno gole e poi/la mia salma assieme a voi/sarà pasto d'avvoltoi».
«Non pensiamo alla città./Chi di noi più la vedrà?/Finché non spioverà/suonerò col mio sitar./La bacchetta in mano loro/è sol un po' di legno./Noi con le scorciatoie,/e a volte un po' d'ingegno,/loro senza gioie fanno a gara a chi è più degno»
...
Passarono dei giorni/accucciati sotto pelli,/loro ancora adorni/dei lor più bei gioielli./Tenendosi le mani/sfruttarono gli arcani e concentrandosi leggeano/le intenzioni dell'oceano.
Approdi 'sì lontani/gli aspettavano un domani./
La più giovane di essi/lasciò gli altri genuflessi,/uscì sul nero ponte/mano destra sulla fronte./«Niente terra in vista./Il destino, quanto dista?»/«Spero Dio ci assista»/Scherzò un'altra alle sue spalle,/dilatate le pupille nelle iridi sue gialle./«Ci colpisca con un fulmine,/il Sommo pusillanime!/Le templari sono asine,/han demenza senza un argine»
«Guarda avanti, forse è un'isola!»/«Sarà invece una nuvola?»/«La speranza non si appisola,/evochiamo una canicola?»/«Ho poche forze, temo./O' poter blasfemo,/ti rievocheremo/per avere un ciel sereno»/
La sua anima fu il mezzo,/ne perse appena un pezzo,/sibilò un sussurro e il cielo nero tetro e cupo rese azzurro./«A gente troppo pia/né potere né magia»/«Ma ai templari ora il tepore/in queste fredde ore/riscalda il loro cuore,/e noi dentro si muore»/«Se il destino ti fa ratto,/puoi solo farti quatto/e fare un altro patto/col demonio rosso e matto»
Intanto i focolari/scoppiettanti dei templari/scaldavan loro i petti/nei notturni lupanari./«Tante le bevute,/rosse donne sconosciute,/soldi, dadi e due battute/fanno salda la salute»/«Beltà rare, quale lusso,/ora fammi un bell'inchino,/perché tu sei una plebea/e io sono valvassino»/«Lo farei da quale lato?»/«Ogni lato è l'appropriato»/
Con il ventre s'agitava/con movenze sue contorte/ma in quel mentre chi bussava?/Chi bussava così forte?/«A quest'ora c'è il vassallo?!/Che riserbo dia al mio fallo!»/«In quest'orgia io non c'ero,/e dormivo se io c'ero./Ma un veliero tutto nero/prese il largo oggi invero./Rintana il tuo tizzone,/è questa la missione./E adesso, presto, aria./Sei ancora in missionaria?»
Così andò su un galeone/con un rosso suo flacone,/un flacone non di vino,/ma un intruglio clandestino./
«Mari neri e rigidi,/alle mani ho freddi lividi./Se unisci le tue mani/nella posa del candore,/non sai ben se stai pregando/o lottando il tuo rigore»/«Noi li prenderemo,/e in men che non si dica/torneremo al lupanare/dalla rossa nostra amica»

Dal gran porto/di Ankh-Batòra/sul vermiglio dell'aurora/già riflesso nelle acque/sorse il Sole, nacque e tacque./Già riflesso sugli scudi,/sui templari visi rudi,/forte infonde la speranza/nella ciurma, ora avanza. Ma una parte più turchese/di quel cielo tutto rosso/lasciò lui alquanto scosso/che per poco non si arrese./
«Se lontano all'orizzonte/i quattro uniscono i talenti/ forse imbrigliano li venti, / forse siamo troppo lenti./Come può solo un gruppetto/senza lode e senza affetto/fare squarci sopra al tetto/del mio mondo 'sì perfetto?»/«Non ti vengano i magoni,/quella setta di stregoni/volerà come soffioni,/sarà carne da cannoni»
...
continua qui
https://www.wattpad.com/story/57181465
____________________
(Nota per gli admin. Questo non è spam perché leggere su Wattpad è totalmente gratis. Se volete tolgo questo link, ditemi voi)
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14726
MessaggioInviato: Sab 09 Lug 2016 18:03 pm    Oggetto:   

Caro Francesco Rizzo che gentilmente hai messo la nota a pie' di pagina per noi moderatori-admin.

Conosco bene Wattpad, nessuno ti accuserebbe di spam.

Seppure nell'era social la community di un forum sia meno gremita rispetto ad altri tempi, sarebbe sempre buona norma, prima di invitare a leggere i propri contenuti, aderire al regolamento di un sito a cui stiamo proponendo le nostre cose.

Su FantasyMagazine usa presentarsi nel canale apposito, per esempio, magari (se non fosse chiedere troppo) interessarsi alle nostre attività (che in genere potrebbero essere di gradimento per chi scrive o si interessa di fantastico) e poi proporre qualcosa, postando nei canali appositi.

E sono abbastanza sicura che le nostre regole valgano in molti altri forum.

A noi piace poco che qualcuno arrivi, posti le proprie cose per farsi vedere, e arrivederci e grazie.

Tra l'altro, postato come hai fatto, senza una presentazione del tuo testo, men che meno un minimo di formattazione (tipo perdere due minuti per mandare a capo i versi invece di copincollare brutalmente), non mi fai tanto venir voglia di leggere il tuo lavoro. 

Così, giusto per chiarire.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a I racconti del forum Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum