Nel 1904 l’autore Maurice Leblanc crea il personaggio di Arsenio Lupin, il celebre ladro gentiluomo ripreso successivamente anche da televisione e cinema. In tv, chi non ricorda l’attore Georges Descrières (scomparso a 83 anni) nei panni di Lupin? “All’epoca in cui la serie era trasmessa in tv – raccontò anni fa Descrieres – ricevevo lettere di uomini e donne che mi chiedevano di intervenire, di fare qualcosa perché venisse loro pagata la pensione. Come se davvero fossi il ladro-giustiziere Lupin”.

Delos Digital ha iniziato a pubblicare in queste settimane i primi eBook con le avventure originali di Arsenio Lupin, scritte da Maurice Leblanc. Un modo per omaggiare questo grande autore e il suo più celebre personaggio letterario. Leblanc (1864-1941) crea Arsène Lupin, raggiungendo presto un successo di pubblico e di critica notevoli. Come Raffles, Lupin, che esordisce nel 1904 sulle pagine del settimanale parigino Je sais tout, con l’episodio L’arresto di Arsenio Lupin, è brillante e furbo, ammanierato e ardimentoso, galante e altruista, ma a queste doti aggiunge un’eccezionale capacità di travestimento, probabilmente mutuata dal citato Vidocq (e da Sherlock Holmes), anch’egli maestro di mascheramenti.

Questa sua abilità consente all’autore di confezionare degli intrecci dove solo alla fine si scopre che un personaggio della vicenda è in realtà Lupin debitamente truccato e camuffato. Benché le avventure di Lupin assorbano l’atmosfera propria del feuilleton, con le sue trovate al limite della plausibilità, tuttavia si segnalano per le descrizioni dell’ambiente sociale in cui si verificano e dei caratteri psicologici dei personaggi che le movimentano, qualità che si snodano attraverso la cinquantina di storie che compongono la serie, fra cui, dopo l’iniziale Arsenio Lupin, ladro-gentiluomo (1907), vi sono 813 (1910), Il tappo di cristallo (1912), e I delitti della tigre (1920). Il confronto tra la figura del ladro-gentiluomo e quella del detective superdotato porta il Leblanc all’ideazione di una storia, intitolata Arsenio Lupin contro Herlock Sholmes (1908), dove il suo campione fronteggia, e sconfigge, una parodia della coppia Watson-Holmes.

L'arresto di Arsenio Lupin

Sinossi

Nessuno ha mai visto il suo vero volto, anche se molti possono dire di averlo incontrato a loro insaputa. Maestro di travestimenti, esperto di gemme, gentiluomo, Arsenio Lupin è qui impegnato nella sua primissima avventura, una sfida quasi impossibile: portare a compimento un furto in un ambiente ristretto e senza vie di fuga come una nave passeggeri.

Creato da Maurice Leblanc nel 1905, Arsène Lupin è l'archetipo del ladro gentiluomo come Sherlock Holmes lo è dell'investigatore. La sua popolarità passa per varie generazioni, attraverso film e varie serie televisive – indimenticabile quella degli anni settanta con Georges Descrières (recentemente scomparso) – fino alla rivisitazione giapponese di Lupin III. Un mito costruito attraverso racconti intriganti, una scrittura di qualità e un personaggio che buca la pagina.

Maurice Leblanc, L'arresto di Arsenio Lupin (L’arrestation d’Arsène Lupin), ciclo: Arsenio Lupin ladro gentiluomo, traduzione: Elisa Emaldi, Delos Digital, Arsenio Lupin 1, isbn: 9788867751075, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 0,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online:

Arsenio Lupin in Prigione

Arsenio Lupin in prigione

Sinossi

Il castello di Malaquis è protetto come una cassaforte, e con una buona ragione: ospita la preziosissima collezione d'arte del Barone Cahorn. Ma questo non fa stare più tranquillo il barone quando, una disgraziata mattina, riceve una lettera dal famoso ladro gentiluomo Arsenio Lupin, che gli preannuncia il furto delle sue opere più preziose.

Né riesce a tranquillizzare il povero barone il fatto che Lupin è in effetti chiuso in prigione e strettamente sorvegliato. Ma se è così come ha potuto scrivere quella lettera? È davvero lui?

Solo un uomo può aiutare il barone: l'ispettore Ganimard, l'unico uomo che è riuscito a sconfiggere Lupin e ad arrestarlo.

L'autore

Maurice Marie Émile Leblanc è conosciuto principalmente quale creatore del ladro gentiluomo Arsenio Lupin, personaggio popolarissimo anche nel nostro paese. Nato a Rouen l'11 novembre 1864, studia in vari paesi ma finisce per abbandonare gli studi in legge per fare lo scrittore. Stabilitosi a Parigi comincia a scrivere racconti gialli, ma anche se riceve un certo apprezzamento dalla critica non riesce a farsi notare dal pubblico. Finché nel 1905 non pubblica il primo racconto con Arsenio Lupin. Sono gli anni del grande successo di Sherlock Holmes e l'intrigante ladro gentiluomo, in qualche modo una risposta francese al detective britannico, porta immediatamente Leblanc al successo. Leblanc scrive racconti e novelle incentrate su Lupin e questa volta assieme alle buone critiche ottiene successo e gratificazione economica, finendo per dedicare la sua intera carriera esclusivamente al suo personaggio. Nel 1921 viene premiato con la Legion d'Onore per la sua opera. Muore a Perpignan nel 1941. Dal 1947 è sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi.

Maurice Leblanc, Arsenio Lupin in prigione (Arsène Lupin en Prison), ciclo: Arsenio Lupin ladro gentiluomo, traduzione: Elisa Emaldi, Delos Digital, Arsenio Lupin 2, isbn: 9788867751457, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 0,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: