Galactus

Fantastic Four 49. Disegno di Jack Kirby.
Fantastic Four 49. Disegno di Jack Kirby.
L'ultimo emblematico "cattivo" che vi presento è anch'egli un "cattivo ma non troppo". Un personaggio più complesso di quanto non possano essere i consueti criminali.

Galactus apparve nel numero 48 della testata, dopo che il quartetto si era scontrato più volte con i criminali sopra citati e con tanti alti. Quello che differenzia la nuova minaccia è la spettacolare entrata in scena. Annunciato dal suo araldo Silver Surfer (sul quale torneremo quando tratteremo i comprimari). Galactus si presentò come Il Divoratore di Mondi, una entità extraterrestre che vaga di pianeta in pianeta per nutrirsi delle sue energie. Non per malvagità però. Per fame. Semplice e pura sopravvivenza.

Come gli esseri umani si nutrono degli animali terrestri egli si nutre di interi mondi.

La sua origine è antica, risalente a un universo che esisteva prima dell'universo conosciuto. Galan, del pianeta Taa è l'unico sopravvissuto di quel ciclo di nascita, distruzione e rinascita. Egli rinacque come un'autentica forza delle natura, dal destino ineluttabile, pur con la forma di un essere senziente. La sua natura non gli permette dilemmi morali. Il bisogno di energia è reale.

Vaga per l'universo in cerca di pianeti, aiutato da un  Araldo, ossia un messaggero dotato del "potere cosmico", in grado di trovare per lui pianeti adatti a essere consumati.

I Fantastici Quattro non si rassegnarono alla distruzione del loro pianeta, ma trovarono in Galactus un avversario superiore alle loro forze. Dotato di immensi poteri di manipolazione della realtà e delle forze primigenie dell'Univerrso, di trasformazione della materia in energia e viceversa, non conosce limiti. Per la prima volta i quattro rischiarono la sconfitta, durante un memorabile arco narrativo che culminò nel numero 50 della serie. A salvare la Terra fu la concomitanza di due fattori: la ribellione di Silver Surfer che, commosso dalla natura nobile degli esseri umani, si rivoltò contro il suo padrone; l'aiuto di un altro personaggio comprimario di cui parleremo, L'Osservatore, che permise a Johnny Storm di recuperare "Il nullificatore assoluto" l'unico congegno che Galactus sembra temere, con il quale Reed poté minacciare Galactus.

Galactus verrà riproposto più volte durante le avventure del quartetto e in molte storie del Marvel Universe.  Quello che i Fantastici Quattro e i lettori apprenderanno durante gli anni è che la sua esistenza è in realtà necessaria per l'equilibrio dell'Universo. Richards sarà costretto persino a salvare la vita all'entità, atto del quale sarà chiamato poi a rispondere in un processo di dimensione galattica, davanti a un consesso formato da varie razze aliene vittime di Galactus, dal quale uscirà assolto.

(2- Continua)