La notizia non è freschissima, da un paio di settimane è infatti in edicola The Amazing Spider-Man numero 1, che in realtà è il numero 615 della collana italiana Spider-Man, che inizialmente si chiamava L'Uomo Ragno, e le cui pubblicazioni sono iniziate, a cura della Star Comics, nel 1987.

Ora tutti saprete che le avventure di Peter Parker, alias Spider-Man, personaggio ideato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1962, sono attualmente pubblicate in Italia da Panini Comics.

L'albo è importante per vari motivi. Il primo è il ritorno del vero Peter Parker dopo 15 mesi di attesa. Negli ultimi tempi infatti il morente Otto Octavius, detto Dr. Octopus, era riuscito a trasferire la sua coscienza dentro il corpo di Peter, apparentemente sostituendosi a quella del legittimo occupante in modo definitivo.

Le successive storie, pubblicate sotto il nome di Superior Spider-Man, hanno visto molti eventi che non starò qui a riassumervi.

Quello che dovete sapere è che da questo numero torna il legittimo Peter Parker, che dovrà affrontare le conseguenze delle azioni di Octavius con il suo corpo.

La storia del ritorno è stata scritta dall'artefice delle ragno testate di questi ultimi anni, Dan Slott, e disegnata da Humberto Ramos.

L'albo in questione è proposto in edicola e fumetteria al prezzo consueto di 3,30. Oltre alla versione A delle copertina, esistono allo stesso prezzo le versioni variant, chiamate B, C e White. È disponibile anche una versione metalizzata, venduta in questo ultimo caso insieme a una maglietta a 14,90€. 

Se poi voleste un cofanetto che raccolga tutte le cover e la maglietta, è disponibile a 29,90, con dentro una variant non disponibile singolarmente.

L'albo dentro è comunque lo stesso, 80 pagine a colori che contengono storie tratte da Amazing Spider-Man (vol. 3) #1, Amazing Spider-Man #700.3 e Amazing Spider-Man #700.4.

Quanti anni ha Spider-Man?

Amazing Fantasy 15 - Cover di Steve Ditko
Amazing Fantasy 15 - Cover di Steve Ditko
Che Spider-Man come personaggio appaia da circa 52 anni è ovvio, visto che la prima apparizione del personaggio risale all'agosto del 1962, nella numero 15 della testata Amazing Fantasy.

Più incerta è l'età anagrafica del personaggio nel suo mondo. Nei fumetti "classici" i personaggi vivono in un'età cristallizzata, in una sorta di limbo in cui i bambini non crescono e gli adulti non invecchiano. Tex ha da sempre un'età oscillante tra i 40 e i 50 anni. Yellow Kid non è mai cresciuto e Bart Simpson ha 10 anni e frequenta le scuole elementari da 26 anni.

Nel caso del Marvel Universe, sia pur lentamente, i personaggi fanno esperienze e crescono.

Sappiamo che Peter è diventato Spider-Man, in seguito al morso di un ragno radioattivo, più o meno a 15 anni di età. Da allora oltre a vivere avventure come Spider-Man si è diplomato, laureato, si è sposato con Mary Jane Watson, dalla quale si è separato, ha lavorato con alterne fortune al Bugle, nella ricerca universitaria e nell'industria, fino agli ultimi tempi in cui, sia pure grazie alla personalità del Dr. Octopus, ha conseguito un dottorato e ha fondato le Parker Industries. Nel nostro mondo sono passati 52 anni, ma Peter nel fumetto non ha 67 anni. 

Una teoria divulgata da John Byrne era quella dei "5 anni", per la quale un anno di vita del personaggio era raccontata più o meno in 5 anni di pubblicazioni. Se fosse così, nel Marvel Universe sarebbero passati poco più di 10 anni e ora Peter ne avrebbe un po' più di 25.

Ma a mia memoria nessuno nei fumetti ha fatto mai riferimenti precisi. Ricordo una storia dei Fantastici Quattro in cui Ben Grimm rifletteva sugli eventi che lo hanno portato a diventare la Cosa, e il flusso dei suoi pensieri era interrotto proprio mentre pensava: "È incredibile che siano passati solo...".

Nella prima storia dell'albo Spider-Man di cui stiamo parlando, una didascalia sotto un flashback che mostra le origini di Spider-Man, ossia l'incidente con il ragno radioattivo, recita: "Preludio. 13 anni fa."

È un'affermazione canonica, fatta in una storia della continuity ufficiale, edita negli USA nel giugno 2014. Pertanto fatti alcuni calcoli, aggiungendo banalmente 13 a 15 scopriamo che Peter Parker ha 28 anni, inoltre dividendo 52 per 13 ne deduciamo che un "anno Marvel" corrisponde a 4 anni di storie.

Sono facezie da nerd, sono lieto di ammetterlo con voi.