Al freddo


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Professor Lupin
Lunastorta
Messaggi: 2021
Località: Foresta nera
MessaggioInviato: Ven 19 Nov 2010 20:43 pm    Oggetto: Al freddo   

...


Ultima modifica di Professor Lupin il Ven 24 Mag 2013 15:07 pm, modificato 2 volte in totale
Il.Viandante
Chubacabra
Messaggi: 2764
Località: Giringiro
MessaggioInviato: Lun 06 Dic 2010 11:40 am    Oggetto:   

Premetto che i racconti incentrati sul freddo, o dove comunque il freddo la fa da padrone, sono i miei preferiti.
Detto questo non ho particolari appunti da farti.
Una cosa che mi sembra stonare ogni volta che leggo è "dentro le orecchie". Non perché sia sbagliato, ma perché leggendo questo passaggio anche ad alta voce non mi suonano fluide le parole. Anche se poi il concetto varia un po' mi piacerebbe di più "dentro la testa" o comunque un'altra parola.
Buone le due righie dove parli della vecchia, soprattutto "chissà che muoia". Forse uno "spero che muoia" suonava meglio, ma anche qui cambierebbe il concetto, dipende da te. Con "spero che" rendi il protagonista invidioso del caldo o del non freddo che prova la vecchia, con "chissà che" indichi una semplice probabilità.
L'ultima frase chiude molto bene il racconto.
Nel complesso è breve, dici quel che devi dire e in maniera diretta ed essenziale.
Mi è piaciuto. Wink
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera (J.W.G.)
Professor Lupin
Lunastorta
Messaggi: 2021
Località: Foresta nera
MessaggioInviato: Gio 23 Dic 2010 0:05 am    Oggetto:   

Mille grazie per la lettura, il commento e i suggerimenti, viandante!
erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Gio 23 Dic 2010 17:25 pm    Oggetto:   

Un racconto molto sensoriale, davvero!
A me il "chissà che muoia" è piaciuto. Più di un più cattivo "spero che muoia" che richiederebbe più attenzione da parte del freddoloso protagonista.
Quello che invece mi crea confusione è altrove:
"Fare la spesa è stata una tortura. Ho lasciato le borse in macchina e sono fuggito". Più avanti capisco che il freddoloso ha lasciato le borse sulla macchina per fuggire in casa al caldo ma di primo acchito non ho capito dove si svolgesse l'azione, immaginavo il supermercato e non capivo le borse in macchina e se poi le borse erano già in macchina perchè uscirne e non precipitarsi a casa. Ripeto, ho fatto confusione io e dopo ho capito che la spesa era già stata fatta ed eravamo già parcheggiati davanti casa.

"Qual'è quella giusta? Maledizione!"
Non que'sta, maledizione! Laughing Laughing Laughing

Grazie per la piacevole lettura.
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
Professor Lupin
Lunastorta
Messaggi: 2021
Località: Foresta nera
MessaggioInviato: Lun 27 Dic 2010 10:07 am    Oggetto:   

erbetta ha scritto:


"Qual'è quella giusta? Maledizione!"
Non que'sta, maledizione! Laughing Laughing Laughing


Aaaaaaaaaaaaaaaaargh

Non imparerò mai!

Sad

erbetta ha scritto:

Grazie per la piacevole lettura.


Grazie a te per il piacevole commento Smile
ringstorm
Giullare del Massacro
Messaggi: 3507
Località: siano (sa)
MessaggioInviato: Lun 27 Dic 2010 13:26 pm    Oggetto:   

ciao!
scusa se te lo chiedo, forse sono io poco attenta, però proprio mi sfugge l'identità dei due personaggi... perchè lui si frantuma come un calippo?
a parte questo, trovo che l'idea sia interessante. troppi a capo, però.

Citazione:
Vai via maledetta vecchia, mi fai perdere tempo.

questo vai via si legge male perchè sono parole simili, io farei così:
"via, maledetta vecchia mi fai perdere tempo!"
credo sia più efficace e comunica molta fretta rispetto alla tua versione. imo.
Citazione:

Dove sono le chiavi?
Che freddo.
La vecchia non sembra congelare come congelo io.
E' vestita leggera. Chissà che muoia.
Le chiavi: non riesco a tenerle con i guanti.
Scopro le mani, sono cianotiche. Devo fare presto.


è un esempio di come tutti questi a capo siano futili, imo. vedi, sono tutti pensieri dello stesso personaggio, per quale motivo spezzettarli come se fossere pensieri diversi di personaggi diversi?
Era brilligo e gli unsci tovi / girondavano sulla rava, / eran birbizzi i borogovi / e il momo ratso ultragrattava

erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Lun 27 Dic 2010 14:06 pm    Oggetto:   

E' curioso come siano dissimili le nostre percezioni del medesimo racconto.
I continui a capo mi sono piaciuti per il ritmo, leggo i pensieri spezzettati del calippo come se fosse la sua stessa mente a battere i denti. Senza andare a capo sarebbe stato un unico fluire di pensieri e personalmente avrei fatto ancora più confusione sul susseguirsi degli eventi, anche degli spostamenti.
E l'elemento fantasy è proprio l'assenza di una spiegazione. Come guardare un'immagine surreale: soltanto la sensazione. Mi ricorda quel racconto breve di Asimov "zucchero filato". Si mette a piovere e la famiglia Sakkaro si scioglie a contatto con l'acqua.. punto.
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
Professor Lupin
Lunastorta
Messaggi: 2021
Località: Foresta nera
MessaggioInviato: Mar 28 Dic 2010 10:29 am    Oggetto:   

Grazie per la lettura, Ringstorm, e grazie per i suggerimenti.

Sul ritmo spezzettato stavo per risponderti, ma Erbetta, che nomino ufficialmente mia portavoce, mi ha preceduto Very Happy

In realtà la scrittura spezzettata stile sceneggiatura mi è stata fatta notare già in passato. Il mio tentativo è quello di asciugare il più possibile la narrazione. "Congelarla", in questo caso.

Ma non è detto che ci riesca Wink
Il.Viandante
Chubacabra
Messaggi: 2764
Località: Giringiro
MessaggioInviato: Mar 28 Dic 2010 16:40 pm    Oggetto:   

Il continuo andare a capo a me piace (lo uso spesso anch'io), non solo in un testo come questo, ma in generale nei racconti in prima persona rende più "realistica" la mente del personaggio, pensiero dopo pensiero.
Senza andare a capo lo vedo più come un racconto di terze parti.
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera (J.W.G.)
Mr. Nick
Hobbit
Messaggi: 15
MessaggioInviato: Lun 10 Gen 2011 17:35 pm    Oggetto:   

Breve e conciso, complimenti! L'andare a capo mi è parsa un' ottima idea per rappresentare il freddo anche dal punto di vista dello stile!
Lord Sacha
Hobbit
Messaggi: 36
Località: Sotto i raggi di una notte argentata
MessaggioInviato: Gio 13 Gen 2011 12:23 pm    Oggetto:   

Sinceramente questo racconto non mi ha fatto né caldo né freddo (tanto per restare in tema). L'ho letto e riletto ma niente, non mi trasmette nessuna sensazione, zero assoluto.
Non c'è niente di meglio che portare una maschera sul viso per vedere il proprio volto - OSCAR WILDE

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri.
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Gio 13 Gen 2011 13:14 pm    Oggetto:   

Lord Sacha ha scritto:
zero assoluto.


Quindi un freddo cane... Mr. Green
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Lord Sacha
Hobbit
Messaggi: 36
Località: Sotto i raggi di una notte argentata
MessaggioInviato: Sab 15 Gen 2011 14:31 pm    Oggetto:   

Palin ha scritto:
Lord Sacha ha scritto:
zero assoluto.


Quindi un freddo cane... Mr. Green

Un gelo per l'anima più che altro Wink Può anche essere scritto bene e tutto il resto, ma finisce lì. Non da niente (almeno a me), è solo un racconto fine a se stesso come lo può essere un amico che ti racconta che è andato a fare la spesa nel negozio sotto casa.
Non c'è niente di meglio che portare una maschera sul viso per vedere il proprio volto - OSCAR WILDE

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri.
Professor Lupin
Lunastorta
Messaggi: 2021
Località: Foresta nera
MessaggioInviato: Mer 19 Gen 2011 12:35 pm    Oggetto:   

Latito latito, ma poi torno...

grazie ai lettori e commentatori, sia a chi ha sentito freddo che a chi ha il riscaldamento a palla Wink
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Mer 09 Feb 2011 13:17 pm    Oggetto:   

Inquietante, devo dire (riminiscenze di terminator a parte Wink ). La scrittura spezzettata è piaciuta anche a me e dato che alla fine c'è un solo personaggio non c'è rischio di confondersi anche se i pensieri sono interrotti dal punto e a capo.

Epperò se nominate il calippo mi fate sciogliere l'atmosfera Wink
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a I racconti del forum Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum