Fantasia, completamente restaurato in digitale torna in occasione del suo 70° anniversario insieme a Fantasia 2000.

Fantasia è stato completamente restaurato, recuperando integralmente i fotogrammi originali del 1940, e aggiungendo un nuovo audio 7.1 Digital Theater System Hi-Def Surround.

Ricordiamo che Fantasia nel 1941 vince due Premi Oscar: il primo per Walt Disney, per l'invenzione del sistema di diffusione del suono Fantasound e quindi per la realizzazione del primo film con suono multicanale; il secondo al direttore d'orchestra Leopold Stokowsky.

Nel 1990 è stato selezionato per la conservazione dal United States National Film Registry della Biblioteca del Congresso, per il suo interesse storico, culturale ed estetico. Con la partecipazione della Philadelphia Orchestra, diretta da Stokowsky, il film è basato su otto pezzi di musica classica, comprende un'apparizione di Topolino (a cui Walt Disney stesso dà voce) al suo debutto cinematografico nei panni de L'Apprendista Stregone.

Il film non ebbe all'epoca il successo commerciale che Disney si aspettava, ma è sempre stato ricordato come un'opera d'avanguardia pur se prodotta da quella che ormai è una della Major più importanti sul mercato. Fantasia è oggi considerato un Classico Disney.

Le opere classiche che accompagnano Fantasia fanno parte del patrimonio musicale mondiale, dalla Toccata e Fuga in Re minore di Johan Sebastian Bach, alla Sagra della Primavera di Igor Stravinskij, fino all' Ave Maria di Franz Schubert e allo Schiaccianoci di Pëtr Il'ic Cajkovskij.

Walt Disney investì molto tempo e risorse per il progetto. Per l'uscita del film, nel 1940, furono preparati libri speciali con introduzione a cura di Disney e Stokowski. In ogni cinema vennero installate più di trenta casse acustiche che circondavano gli spettatori, per ottenere così una nuova esperienza d'ascolto: il suono stereofonico.

Nelle intenzioni di Disney il progetto doveva essere un "work in progress" continuamente aggiornato con altri episodi, tratti da altri brani prestigiosi di musica classica. Il relativo insuccesso bloccò l'idea sul nascere.

Nonostante tutto il ricordo di Fantasia rimase tra gli appassionati come quello di un capolavoro e il film, venne più volte riproposto in sala.

Ora sono anni che questa pratica è stata abbandonata. Ma prima dell'home video la Disney proponeva ciclicamente i suoi film in sala, rinnovandone il ricordo e rendendoli dei classici anche per le generazioni successive. Non era affatto improbabile infatti che i genitori portassero in sala i propri figli, per condividere con loro i film che avevano amato durante l'infanzia.

Memore del progetto di Walt, Roy Disney (recentemente scomparso, nipote di Walt in quanto figlio del fratello Roy Oliver Disney), diede vita al progetto Fantasia 2000, con il quale venne festeggiato il 60° anniversario del primo film.

Al film parteciparono Steve Martin, Bette Midler, Angela Lansbury e Quincy Jones, nelle vesti di presentatori. Lanciato il 1 gennaio 2000, torna in edizione speciale in occasione del suo 10° anniversario. Il film presenta altri episodi con il commento sonoro eseguito dalla Chicago Symphony Orchestra, che interpreta brani di Ludwig Van Beethoven (Quinta Sinfonia), Ottorino Respighi (I Pini di Roma), George Gershwin (Rhapsody in Blue), Paul Dukas (L'Apprendista Stregone), Camille Saint-Saëns (Il Carnevale degli Animali), e Igor Stravinskij (L'Uccello di Fuoco).

A Fantasia 2000 è allegato, tra i contenuti speciali, il cortometraggio Destino, candidato agli Oscar nel 2004 (categoria Cortometraggi Animati), frutto della collaborazione tra Walt Disney e l'artista Salvador Dalì.

Tra i diversi contenuti speciali spiccano: Musicana, progetto degli anni '70 concepito per essere il seguito di Fantasia, e il documentario Dalì e Disney, che racconta le origini del sodalizio tra i due artisti

Era il 1946 quando Salvador Dalì e Walt Disney si incontrarono negli Studios Disney di Hollywood per sviluppare un'idea di cortometraggio d'animazione, ispirato all'arte surrealista del primo e alla fantasia creativa del secondo. Il film però rimase incompiuto negli archivi Disney per moltissimi anni, e la pellicola fu terminata solo nel 2003, quando Roy Disney decise di riprendere in mano lo story-board e di portarlo a termine, guidando un gruppo di 25 esperti in animazione a Parigi. 

Il risultato è il cartoon di 6 minuti e mezzo che racconta una storia d'amore in puro stile disneyano: il viaggio di una ballerina attraverso un paesaggio desertico e un inquietante scenario surreale, quello degli oggetti suggestivi e bizzarri delle opere di Dalì, come orologi cascanti, torri oscillanti, piramidi e ballerine senza testa, che sembrano non solo l'animazione dei suoi quadri, ma anche la concretizzazione del grande sogno di Walt Disney di dare un seguito a Fantasia.

TV Su Disney Plus c'è Zenimation

Su Disney Plus c'è Zenimation

Sensazioni sonore collegata alle immagini delle celebri produzioni del Walt Disney Animation Studio. 

Emanuele Manco, 25/05/2020

Disney: l'arte di raccontare storie senza tempo

In arrivo il 19 marzo la mostra MUDEC che racconta il dietro le quinte dei capolavori Disney e i miti e le fiabe...

Irene Grazzini, 28/02/2020

Salvador Dalí. La ricerca dell’immortalità

Salvador Dalí. La ricerca dell’immortalità

Il documentario Salvador Dalí. La ricerca dell’immortalità verrà...

Walter Ferri, 21/09/2018