Racconta ai lettori di Fantasy Magazine chi sei.

Scrivo e pubblico racconti di genere fantastico dal 1990 quando esordii con un racconto sulle pagine della rivista L’Eternauta, dedicata ai fumetti d’autore.

Amo la Storia del Cinema e viaggiare.

Dal 2014 sono diventato cittadino neozelandese.

 

Come nasce la tua passione per il fantasy?

Da sempre, ho una grande fantasia e sono affascinato dalla forza visiva dell’immaginazione. In quest'ottica, il fantasy è per me il genere letterario più adatto.

 

Autore/autrice fantasy preferito/a?

I miei autori preferiti restano Michael Moorcock, Robert Howard e Tanith Lee. Naturalmente, ho letto racconti e romanzi di molti altri, ma questi continuo a leggerli e rileggerli. E sono stati davvero importanti nella definizione del mio background fantasy.

 

Il tuo racconto in tre parole.

Colwyn studioso guerriero.

 

Progetti futuri.

Nuovi racconti e romanzi brevi fantasy con Malkrun (il mio barbaro in stile Kull di Valusia) e Colwyn.

 

Sogni nel cassetto.

Pubblicare un romanzo di fantascienza postapocalyptic in stile Philip K. Dick. E tornare a viaggiare se pandemia e guerra in Europa lo permetteranno.

 

 

La spada di Colwyn

Sinossi

Nel Regno di Angland, Colwyn di Oxenton è uno studente universitario della città di Wyalusing. Sta per laurearsi e diventare uno studioso, ma la sua vita cambia improvvisamente quando incontra il folletto Notch. Grazie ad alcuni potenti talismani di cui viene in possesso (una maschera aurea, un occhio magico e una spada incantata) inizierà una magica avventura che lo porterà oltre le Montagne del Coltello, nella Pianura di Cenere, dove alberga il crudele Lord Greywolf nel Castello del Caos.

L'autore

Alberto Henriet è nato ad Aosta il 14 ottobre 1962. Ha pubblicato racconti sulle riviste L’Eternauta, Futuro Europa, Nova SF, NeXT e Dimensione Cosmica. Si è classificato secondo al Premio letterario Thoth-Amon 2018 con il racconto Oriental fantasy Il guerriero di Samarcanda. Suoi racconti sono compresi nelle antologie collettive: Vlad (Ailus, 2017), Il barone immaginario (Mursia, 2018), Mediterranea (Italian Sword & Sorcery Books, 2018), Thanatolia (Watson, 2018), Impero (Watson, 2018), Folklore (Watson, 2018), Sui mari d’acciaio (Letterelettriche, 2020) e La Terra degli Anunnaki (Italian Sword & Sorcery Books, 2020). Ha pubblicato il western horror Dead Django (Edizioni Scudo, 2017) e i romanzi brevi fantasy: Ulric di Oxenton (Edizioni Scudo, 2016), Le Cronache del Sole Mortale (Italian Sword & Sorcery Books, 2018), Virgilio Mago (Heroic Fantasy Italia – Delos Digital, 2019) e Malkrun! (Heroic Fantasy Italia – Delos Digital, 2022).

Alberto Henriet, La spada di Colwyn , Delos Digital, Fantasy Tales 76, isbn: 9788825419894, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: