Lucca Comics And Games
  
 

Piemme Freeway

La Piemme lancia una nuova collana interamente dedicata alla narrativa young adult.

Clone Wars: La trappola dei Sith ingrandisci

Per il mese di maggio 2009 la Piemme lancia una nuova collana interamente dedicata alla narrativa young adult. Già nell’autunno del 2008 la casa editrice ha pubblicato due titoli che si posizionano in un’area ibrida tra la letteratura per ragazzi e quella per adulti. Due opere di narrativa che anticipano il progetto chiaro di FREEWAY: Il libro del destino, un libro fantasy scritto da una giovanissima autrice di 15 anni, Elisa Rosso, e il primo episodio della saga Star Wars — The Clone Wars.

 

 

Ora Piemme Freeway si prepara a lanciare quattro titoli, molto diversi per tematiche e stile, di cui tre appartenenti al dominio del fantastico, pur se in forme diverse, dal fantasy classico, al fantascientifico, al dark fantasy:

Luca Centi, il silenzio di Lenth;

Karen Miller, The Clone Wars — La trappola dei Sith;

Miki Monticelli, La scacchiera nera

 

Quando la casa editrice ci invierà le quarte e le schede degli autori vi racconteremo qualche particolare in più.

Il quarto romanzo sembra appartenere alla narrativa sentimentale e, incredibile ma vero, pare non ci siamo vampiri; si chiama Ho scoperto che ti amo, è scritto da A.E. Cannon, che non è lo pseudonimo di uno scrittore "moccioso", come suggerirebbe la grafica del libro, ma una onesta professionista del genere, di nome Ann Edwards Cannon appunto, che ha scritto anche libri di pirati e dei titoli al confine tra il fantastico e il sentimentale.

Nella galleria in fondo all'articolo trovate le copertine delle quattro uscite:

 

Autore: Emanuele Manco - Data: 18 aprile 2009 - Fonte: Piemme

Risorse in rete

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Basta, di romanzi scritti da 15enni ne ho visti troppi. Ora ci vuole un editor di genio che porti alla ribalta i talenti dell'elementari......senza ulteriori perdite di tempo!

» postato da Thal alle 18:49 del 18-04-2009

2 thal ha anche ragione, ma dico a voi, miei coetanei, sapete scrivere solo fantasy? che vergogna ....

» postato da (FRB ) alle 13:17 del 19-04-2009

3 Io veramente ho 23 anni, non 15 °_° (almeno credo! A questo punto le mie certezze vacillano).

» postato da LucaCP alle 13:47 del 19-04-2009

4 «Io veramente ho 23 anni, non 15 °_° (almeno credo! A questo punto le mie certezze vacillano).» Sentirsi 15enni dentro non è poi tanto male, però l'aspetto e la carta d'identità poi tradiscono sempre :? E' una moda lo scrittore sempre più giovane (anche non ipotizzando che dietro ci siano fenomeni da baraccone, con opere scritte da altri, tra l'altro cosa non nuova anche in altri ambiti, tipo musica pop anni 80/90); è una moda anche dare contro gli scrittori molto giovani e magari esordienti. Come si fa a giudicare senza aver letto? Quindi, cari criticoni, prima comprate e leggete, e poi magari criticate pure . Per Luca un :tks, un abbraccio e la speranza che la brutta situazione finisca presto. G

» postato da Albacube alle 14:08 del 19-04-2009

5 Grazie Albacube, spero che il tuo augurio si realizzi al più presto! Vorrei però fare una piccola precisazione: io per primo sono prevenuto verso quasi tutto ciò che leggo o intendo leggere. Spesso vedo una bella copertina e mi dico che è stata realizzata a quel modo per ovviare alla mancanza di contenuti; altre volte noto una quarta di copertina pomposa e superficiale e mi dico che è così perché è la storia stessa ad essere superficiale. Stessa cosa per gli esordienti, specie se fantasy. Fortuna però che il 90% delle volte la mia impressione iniziale viene smentita, regalandomi delle letture veramente interessanti. Tutto qui. Essere prevenuti è cosa intelligente, ma bisogna poi dare la possibilità al romanzo di camminare con i suoi piedi, con le sue storie, con i suoi personaggi. Attendo comunque i vostri pareri, buoni o cattivi che siano =)

» postato da LucaCP alle 14:35 del 19-04-2009

6 Questa collana mi ispira, penso che proverò a leggere i titoli proposti :D (Comunque complimenti Luca :D Ti leggerò anche se 23 anni sono davvero troppi, eh.... :wink: )

» postato da Asher_85 alle 14:38 del 19-04-2009

7 Bè... io ho trovato Lenth e la Scacchiera ieri in libreria. li ho presi in mano con una strana sensazione. sapevo più o meno cosa aspettarmi... li ho studiati tutti e due e poi, dopo aver aperto e letto a campione qui e lì ho preso la Scacchiera(almeno per ora!). Guardandolo sullo scaffale avevo immaginato già tutto... la copertina di barbieri, la ragazza... poi però apro e vedo: è scritto in prima persona, dal punto di vista... maschile!!! Leggo ancora e trovo: osservazioni 'strane' e sufficientemente ciniche per attirarmi... e, per parlare d'età, pare che la signora MOnticelli abbia una trentina d'anni(veeeecchia!!! una matusa!) Bè, l'hgo preso, come dicevo. e per giunta, cammina molto bene sui suoi piedi!!! se lo vedete provate a prenderlo! ;-)))

» postato da (skye 75) alle 08:49 del 03-05-2009

8 Infatti narrativa young adult non si traduce in narrativa "scritta da quindicenni", bensì "diretta a quindicenni", vale a dire designa il target. E' ovvio che gli scrittori possono avere le età più disparate. In genere comunque trattasi di scrittori già maturi, 30-40enni e oltre, come tutti gli scrittori specializzati in deteminati filoni.

» postato da (toto nove) alle 16:05 del 03-05-2009

9 Bè, certo... non intendevo dire questo. personalmente. Intendevo dire che ormai gli editori ci hanno abituato a trovare molto materiale scritto da giovani e ultimamente hanno cercato molti nuovi talenti... la tua risposta, toto nove, sembra molto specialistica... :-. boh... ma devo dire che per quanto abbia trovato anche autori giovani bravi, chi è un pò più grande riesce a trasmettere un pò di più almeno a me... impressione mia??? ma forse ho preso prima il libro della trentenne proprio per questo. è più affine alla mia eta...? chissà chissà.... ;-)

» postato da (skye 75) alle 09:00 del 09-05-2009

10 Be', io mi trovo in una strana posizione. Non sono né trentenne né quindicenne. Una sorta di ibrido, nella terra di nessuno :P

» postato da LucaCP alle 00:42 del 11-05-2009

11 Beato te, che hai passato la fase critica dei quindicenni, ma non sei ancora nella fase critica dei trentacinquenni (cui mestamente appartengo) ;-) G

» postato da Albacube alle 01:23 del 11-05-2009

12 Ho cominciato Il Silenzio di Lenth. E' presto per dirlo, ma non mi sembra un libro "semplice" come lo sono altri per young adult...

» postato da Kinzica alle 08:55 del 11-05-2009

13 Kinzica poi dimmi se questa tua prima impressione verrà confermata =)

» postato da LucaCP alle 14:28 del 11-05-2009

14 Ho comprato il libro di Luca ieri...sono molto curioso e devo dire che l'inizio sembra promettere...mi intrigano molto quelle citazioni di tal Verhne..non sono sicuro di averlo scritto bene..ciao e auguri a Luca

» postato da busto alle 15:44 del 11-05-2009

15 a me sta piacendo davvero molto questo romanzo. Sembrava una cavolata e invece sembra meritare!

» postato da Alan del Guercio alle 18:39 del 12-05-2009

16 Scusatemi, sapete per caso perché il servizio contatti di questa collana è chiuso almeno da un mese? :,( I titoli non sono mica male, soprattutto Il Silenzio di Lenth; varrebbe la pena di saperne qualcosa di più.

» postato da (Marco Piana) alle 10:31 del 16-09-2009

17 Ciao Marco! Guarda, trovi tutte le informazioni che cerchi qui, comprese le nuove uscite: http://www.piemmefreeway.it/ Spero di esserti stato utile!

» postato da LucaCP alle 16:41 del 23-11-2009

18 Ciao a tutti! Sono Monica e ho 16 anni. Vi ho trovati su google mentre cercavo notizie sul segreto di lenth e volevo sapere se fa parte di una serie oppure no. Vorrei comprarlo ma se fa parte di una serie più lunga lascerei perdere insomma.......... xoxo

» postato da (Monica De Micheli) alle 00:41 del 08-02-2010

19 Se un libro è bello allora può essere scritto da chiunque, indipendentemente dall'età. Se il libro è pessimo, vale la stessa regola. Quando avevo 15 anni amavo i libri scritti da autori attempati (Tolkien e Eddison su tutti) che sembravano personaggi quasi avvolti nel mito. Ora che ne ho 30 ammiro i 15enni (ma anche i 23enni) che riscono a portare a termine un romanzo. Solo il fatto di finirlo è positivo, la qualità poi, bisogna valutarla di volta in volta. Personalmente non ho letto il silenzio di Lenth, ma secondo il mio intuito (e quello che ho letto a livello di recensioni e commenti) mi sembra il miglior prodotto italiano della fascia di autori "giovani e giovanissimi". Lo leggerò... (prima o poi :D )

» postato da Apozan alle 09:04 del 09-02-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.