Daveèze e la sua creazione
Daveèze e la sua creazione
Il secondo highlight è stato indubbiamente la sala dedicata alla “Bulle Numérique” (ovvero il fumetto informatico). In una sala simile ci si può aspettare di trovare alcuni computer, operati dagli studenti dell’Accademia del Fumetto che mostrano come i disegni vengono “trattati” informaticamente, ma a Lyon BD c’era anche qualcosa in più.

C’erano, infatti, diversi autori ed editori che indirizzano la loro attività verso il “fumetto informatico” in modo più diretto: un editore francese che produce veri e propri manuali d’istruzioni a fumetti per “cose” complesse (dalle macchine alle situazioni sociali), alcuni disegnatori che mostravano i passaggi dal “concetto” di uno schizzo all’animazione tridimensionale e persino un autore canadese, Philippe Davèze, che ha creato Terik Ryder, un fumetto semi-animato di fantascienza avventurosa su DVD, con tanto di effetti sonori e musica di sottofondo.

Ma non è finita qui: il partenariato del festival comprendeva molte organizzazioni sociali. Abbiamo visto fumetti contro il razzismo, bellissime illustrazioni sui luoghi caratteristici di Francia e Belgio “decorati” da personaggi a fumetti e un’intera parete di fotografie “trasformate” in fumetto con l’aggiunta della classica “bolla”.

Piccola ciliegina sulla torta per chi non è solo fumettaro è stata, nel pomeriggio, la

Partita di OKKO in corso
Partita di OKKO in corso
dimostrazione del gioco da tavolo Okko, tratto dall’omonimo fumetto francese di ambientazione japan fantasy.

A proposito di Giappone: tra gli autori del festival c’era anche il disegnatore del primo manga lionese – un vero e proprio fumetto in stile nipponico, completamente ambientato a Lione. Ormai, anche nella patria della band dessinée europea, il Sol Levante ha una testa di ponte, anche se lo stile occidentale restava decisamente preponderante.

E malgrado le date, il festival non è finito: fino al 14 giugno, in tutta la città, continua il Festival Off, con mostre, rappresentazioni teatrali ispirate ai fumetti e altri avvenimenti nelle piazze, nei locali e nelle brasserie di Lione.

(le foto del servizio e della galleria sono di Selene Verri)