Un romanzo fantasy rivolto a giovani lettori è stato pubblicato dalle Edizioni Piemme nella bella collana Il Battello a Vapore. Il titolo è In fuga da Venezia (2012) scritto da Davide Morosinotto, primo volume della serie Le Repubbliche Aeronautiche.

Protagonista della vicenda è un ragazzo di nome Martin Faliero. Vive a Venezia ed è un apprendista calafato, è solo e suo padre, Leone, si trova in prigione nei famosi Piombi. Sul suo capo pende una condanna per magia e pratica della stregoneria.

La bella città di Venezia ha ancora i canali ma questi sono vuoti, come sono ormai da secoli asciutti tutti i mari e gli oceani: una magia li ha prosciugati. Però esistono ancora le repubbliche marinare come appunto Venezia, Genova, Amalfi e tante altre e le loro navi ora solcano i cieli anche se alcune si sono dotate di dirigibili.

Le navi di Venezia hanno lo scafo ricoperto di una magica sostanza alchemica che permette loro di sollevarsi e il volo avviene tramite vele, eliche mosse dai marinai e alcune sono trainate da stormi di aironi guidati dal canto di fanciulle che imparano questa difficile arte alla Scuola degli Aironi.

Lisa, la amica del cuore di Martin viene da Amalfi e sta imparando la difficile arte per diventare una “Signora degli Aironi”. Ad Amalfi si vola solo con i dirigibili.

Martin vuole liberare a tutti i costi suo padre, sa con certezza che è innocente e per fare questo, con l’aiuto di Lisa e di Renzo farà tornare a volare la bellissima e veloce nave chiamata la Maravegia Nera. Ma perchè suo padre è in prigione? Cosa vuole da Martin il misterioso Ezio Trimorte?

Forse il destino di Martin è legato al Grand Grimoire, il libro di magia nera che cela la chiave per riportare l'acqua nel Mediterraneo.

Un brano

La Maravegia Nera emise una specie di alto grido: il cielo la stava chiamando.

— Pronti! — esclamò il mastro d'ascia.

—  Pronti! — gli fecero eco i nocchieri e il pilota.

Trimorte appoggiò una mano sulla spalla di Martin, iti un gesto che trasmise al ragazzo un po' di calore e fiducia.

—  Decolliamo — disse il genovese. L'ordine venne ritrasmesso ai rematori ancora a terra. Presero a spingere, la Nera barcollò, si mosse sui rulli.A prua Lisa cominciò a cantare, note di cristallo trasportate dal vento: ci fu uno sbattere d'ali e gli aironi si aprirono in formazione iniziando il tiro.

Martin aveva tenuto le ginocchia piegate e i piedi larghi, con l'istinto di tanti decolli a bordo della nave di suo padre, ma rischiò lo stesso di perdere l'equilibio quando la Nera si inclinò verso l’alto,

la prua dritta verso il cielo.

La quarta di copertina

Da quando un oscuro maleficio ha prosciugato tutta l’acqua degli oceani, le flotte del Mediterraneo hanno dovuto prendere il volo e darsi battaglia nei cieli. Martin vive a Venezia, e sogna di tornare a solcare le nuvole insieme a suo padre. Prima, però, con l’aiuto dell’inseparabile Lisa, dovrà farlo evadere dai Piombi, le impenetrabili carceri di Palazzo Ducale. Ma per sconfiggere la flotta della Serenissima, e sfuggire alle sottili trame e alla magia degli alchimisti, servirà una nave veloce più del vento e silenziosa come un sogno...

L’autore

Assassinio sull'Orient Express, al cinema

Ritorna il classico di Agatha Christie in un film diretto e interpretato da Kenneth Branagh.

Emanuele Manco, 30/11/2017

Assassinio sull'Orient Express

Assassinio sull'Orient Express

La recensione del nuovo film ispirato al celebre romanzo di Agatha Christie.

Martina Grusovin, 29/11/2017

La guardia della mezzaluna

Secondo volume della serie delle Repubbliche Aeronautiche. Continuano le avventure nei cieli di Martin Faliero in...

Pino Cottogni, 3/06/2013