Che George R.R. Martin fosse un autore importante per Mondadori era evidente da tempo grazie alle classifiche di vendita pubblicate dalle più diverse testate. Scoprire però nel corso di una riunione con alcuni responsabili del settore e con membri dell'ufficio stampa che nel 2012 è stato l'autore di punta nel mercato del tascabile, superando anche un gigante della letteratura come Italo Calvino, fa un certo effetto. Ormai con Martin non si parla più di narrativa di genere, ma semplicemente di narrativa.

E allora, anche in assenza di nuove storie nel mondo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, con lo scrittore impegnato nella stesura di The Winds of Winter, sesto romanzo della saga, sono molti i volumi in programma per la casa editrice di Segrate.

Fra fine aprile e inizio maggio è prevista l'edizione economica dei Fuochi di Valyria, parte centrale di A Dance with Dragons pubblicata nell'edizione rilegata giusto un anno prima. Nello stesso periodo arriverà in libreria l'edizione completa di A Storm of Sword, fino a questo momento suddivisa nei tre volumetti Tempesta di spade, I fiumi della guerra e Il portale delle tenebre. Il volume fa seguito ai precedenti Il trono di spade-Il grande inverno e Il trono di spade. Il regno dei lupi e La regina dei draghi. Si tratta di volumi pubblicati in concomitanza della trasmissione da parte di Sky della serie televisiva Il trono di spade, a cui fanno riferimento nell'immagine di copertina – la locandina della serie televisiva – e nel titolo, con l'accento posto sul titolo del telefilm piuttosto che su quello della saga indicato dall'autore. Un espediente commerciale, certo, ma se il richiamo con un'opera di genere diverso capace di dare nuova notorietà ai romanzi diventa l'occasione per riproporre l'opera nella sua integrità, si tratta di un espediente sfruttato nel migliore dei modi.

La strada, ora che Martin è diventato un autore di successo passando da rischio commerciale – cosa vera per tutti gli scrittori esordienti o poco noti –a fonte di guadagno sicura, è quella di riproporre le Cronache secondo la suddivisione originale americana.

Un altra serie che andrà avanti è quella dell'edizione Oscar rilegata, composta per ora dal solo Il trono di spade inteso come l'intero A Game of Thrones. Il primo volume era stato pubblicato come strenna natalizia per consentire ai lettori più recenti di avere un libro rilegato bene e dall'aspetto più curato rispetto ai tradizionali Oscar. Adesso è in uscita il secondo volume di quest'edizione, che ovviamente comprenderà Il regno dei lupi e La regina dei draghi. Il terzo volume rilegato, che corrisponderà ad A Storm of Swords, uscirà prima di Natale. Da quel momento le due edizioni, quella degli Oscar grandi bestsellers e quella delle edizioni speciali procederanno di pari passo.

In preparazione c'è anche la versione ebook dell'intera saga, ma in questo caso i tempi sono tutti da definire.

È invece stata definitivamente soppressa l'edizione gigante, quella che ha visto la pubblicazione in un tomo di oltre 1.600 pagine i primi quattro volumi italiani e che è stata molto criticata anche da noi di FantasyMagazine.

Le cronache del ghiaccio e del fuoco: nuova edizione per la saga di George R.R. Martin

Le cronache del ghiaccio e del fuoco: nuova edizione per la saga di George R.R. Martin

Articolo di Martina Frammartino Lunedì, 9 maggio 2011

Mondadori ripubblica in un unico volume Il trono di spade, Il grande inverno, Il regno dei lupi e La regina dei draghi. E ai vecchi problemi ne aggiunge di nuovi. Ne valeva la pena?

Leggi

Le novità non si fermano qui, anzi riguarderanno molteplici aspetti dell'attività di Martin. Prima dell'estate gli Oscar bestsellers pubblicheranno i primi quattro volumi delle serie di antologie condivise Wild Cards. I primi due volumi, L'origine e Invasione, erano stati già pubblicati da Rizzoli nel 2010, in una collana successivamente soppressa. Mondadori ha deciso di riproporli e di presentare ai lettori italiani anche due inediti, L'assalto, che conclude la prima trilogia, e La missione, che inizia la seconda. I volumi successivi di una serie che negli Stati Uniti ha ormai superato la ventina fra antologie e romanzi, saranno pubblicati in seguito, scaglionati nel corso del tempo.

In autunno sarà la volta di Tuf Voyaging, serie di racconti di fantascienza parzialmente pubblicati in Italia in volumi ormai fuori catalogo. Altri progetti, come una raccolta dei racconti dedicati a Dunk ed Egg (Il cavaliere errante, The Sworn Sword e The Mystery Knight), sono attualmente al vaglio della casa editrice.

Un ultimo punto affrontato è stato quello della traduzione delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, inizialmente contestata a causa di un cervo trasformato in unicorno e capace di generare un'infinità di polemiche su internet. L'unicorno, è stato confermato senza ombra di dubbio, sparirà dalle prossime edizioni, ma verranno effettuate molte altre piccole correzioni. Dei limiti della traduzione disponibile fino a ora e dell'approccio della casa editrice parleremo lunedì prossimo.