Urban Heroes è un progetto di gioco di ruolo di paternità italiana ma sottoposto al gradimento del pubblico internazionale. I protagonisti principali dell’avventura sono Alessandro Rivaroli e Matteo Botti: il primo, padre del progetto, ne ha elaborato per lungo tempo i concetti base, il secondo, presidente dell’Associazione ludico-culturale Agenzia degli Incantesimi ha unito le sue forze per creare un’iniziativa aperta a diversi talenti italiani. La crisi mondiale ha creato la necessità di rivolgersi a una platea più ampia e da qui è nata l’idea di rivolgersi alla piattaforma Kickstarter per finanziare il progetto (che consiste in un manuale di circa 280 pagine) con i contributi di tutti gli interessati.

Urban Heroes è “un gioco di ruolo che dà la possibilità di vestire i panni di un moderno supereroe in un’ambientazione contemporanea, cruda, realistica e anticonvenzionale,” secondo le parole degli autori. Da come viene descritto il mondo c’è una divisione non proprio nettissima tra buoni e cattivi, e gli eventi si rifanno spesso alle notizie di cronaca reali. Andiamo a visitare la pagina di Kickstarter per capire un po’ di più.

L'Ambientazione. “Il mondo come lo conoscevamo non esiste più:” la premessa dell’ambientazione è una ucronica esplosione al Large Hadron Collider presso il CERN di Ginevra, una catastrofe che porta devastazione nel cuore dell’Europa proprio mentre il mondo già vacilla per via della crisi economica. Si sviluppano per conseguenza di una “radiazione Z” delle “singolarità umane” ovvero dei personaggi mutanti dotati di superpoteri. Alcuni di essi sono rapidamente arruolati dal governo degli USA per scopi di difesa militare.

Si crea quindi il team degli Amazing Men of America, destinati a diventare oggetto di una specie di culto pop. Ma fra devianze, droga e scandali sessuali questi super personaggi si mostrano anche proni a deviare dalla retta via e a dare dei cattivi esempi. Entriamo così nel mondo di “Earth Z” dove gli eroi hanno raggiunto un’enorme importanza ma non sono più così amati dalla popolazione.

Le regole di Urban Heroes. Viene promesso un regolamento non troppo complesso e senza “troppi dadi da tirare.” Cinque classi di personaggi, legate all’origine dei loro poteri (magia, psionica, ecc…), centinaia di poteri che possono essere combinati creando un’enorme quantità di personaggi unici. Rapide regole di avanzamento dei personaggi e di risoluzione dei tiri di abilità. Il manuale è completato da uno scenario che presenta il mondo di “Earth-Z.”

In conclusione questa è un'avventura tutta da... finanziare. C'è ancora un mesetto di tempo per far nascere questo gioco.