Lucca Comics And Games
  
 

Witwer, Huntington e Rath: cosa accadrà nella seconda stagione di Being Human

I tre attori rivelano in un'intervista a Collider novità sulle loro sorti nel serial.

Being Human, il cast (da sinistra: Witwer, Rath, Hungtington)

Come vi avevamo già annunciato (qui), è iniziata in questo periodo la seconda stagione del serial statunitense Being Human, remake dell'omonimo telefilm inglese prodotto dalla BBC — negli States in onda su Syfy. Gli interpreti dei tre ruoli principali — i coinquilini Sam Witwer (il vampiro Aidan), Sam Huntington (il lupo mannaro Josh) e Meaghan Rath (il fantasma Sally) — hanno rilasciato, nel corso di un'intervista esclusiva con il sito Collider, alcune dichiarazioni sulle sorti dei rispettivi personaggi nella seconda stagione. Sconsigliamo la prosecuzione nella lettura dell'articolo a coloro che non desiderano spoiler.

 

Iniziamo con un breve riepilogo sulle ultime vicissitudini dei tre coinquilini: il licantropo Josh deve accettare di aver graffiato, esponendola al contagio, la sua fidanzata Nora; il fantasma Sally sta diventando sempre più potente e indipendente grazie ad alcuni fantasmi che rischiano di condurla lungo un cammino sempre più oscuro; il vampiro Aidan ha il compito di addestrare la figlia della regina dei vampiri. E' da sottolineare che, a partire da questa seconda stagione, come era stato già annunciato dagli sceneggiatori, il serial statunitense si distaccherà in toto dall'analoga fonte di ispirazione britannica. La scelta, "obbligata" per Witwer, è piaciuta alla Rath, ed è stata uno dei motivi che hanno spinto Huntington a firmare il contratto: "Altrimenti sarebbe stato solo un remake". 

 


Meaghan Rath ingrandisci
"La cosa interessante" ha dichiarato Witwer, "è che la prima serie verteva sul fatto che loro tre riuscissero a costruirsi un ambiente casalingo e a riconnettersi con la loro umanità. Ora invece, la nuova stagione verterà sugli ostacoli che devono affrontare per mantenere questa casa e questo "santuario". [...] Le cose si fanno piuttosto complicate". 

Meaghan Rath ha poi specificato: "I temi di questa stagione sono la tentazione e il desiderio, che verranno a bussare alla nostra porta. Ci condurranno lungo un sentiero che è pericoloso sia per noi che per la famiglia che abbiamo costruito insieme".

Secondo Huntington, invece: "Ovviamente, dovremo ricostruire la casa, e tutto potrebbe andare bene da quel punto in poi. Ma ciò che finiremo per ricostruire, nella seconda stagione, sarà una casa degli orrori. Scene da incubo".   

 

Un altro elemento di spicco sarà la "separazione" dei destini dei tre protagonisti, che prenderanno strade diverse. Con un'unica eccezione: l'episodio dieci — che siamo sicuri desterà una giusta dose di curiosità da parte dei fan dopo la lettura di queste indiscrezioni — vedrà i protagonisti insieme sullo schermo non solo in alcune scene, ma in tutta la puntata. Rivela Witwer: "Per la prima volta nella serie, giriamo un episodio in cui non siamo presenti tutti e tre solo in alcune scene. Siamo tutti e tre lì insieme, per tutto l'episodio, a combattere contro lo stesso nemico, uno grosso. Ci piace di più girare quando siamo tutti insieme". 

"Quando Sam [Witwer, NdR] fa le sue cose da vampiro," ha aggiunto la Rath, "noi non possiamo neppure essere sul set, giriamo in location diverse in giorni diversi. [...] Spesso passano giorni o addirittura una settimana senza che riusciamo a vederci, ed è difficile. Spesso sentiamo la reciproca mancanza". 

 


Sam Witwer (a sinistra) e Sam Huntington ingrandisci
I due Sam, Witwer e Huntington, si sono poi concentrati sugli sviluppi del loro rapporto d'amicizia. Witwer ha sottolineato che "nella prima serie abbiamo sentito un mucchio di cose sul lato oscuro di Aidan, ma non l'abbiamo mai veramente visto comportarsi negativamente. [...] Nella prima stagione cercava di tenersi alla larga dal sangue e di restare pulito. In questa stagione non riesce a stare lontano da queste cose, quindi non c'è solo qualche scivolone all'indietro per quel che riguarda la sua dipendenza, ma anche alcuni elementi caratteriali e tratti della sua personalità che iniziano a riemergere nonostante lui cerchi di ricacciarli indietro. Bisogna ricordare che questo ragazzo è stato, per circa 200 anni, il cattivo. Non era affatto un bravo ragazzo. E' stato solamente negli ultimi due anni che si è comportato bene. E quindi inizia ad assomigliare sempre più alla vecchia versione di se stesso, una situazione molto pericolosa". 

"E sempre più vicina alla casa" continua Huntington, "Josh inizia a comprenderlo. Anche Josh sta andando incontro a un sacco di problemi, e Aidan dovrebbe essere il suo punto fermo. All'inizio della stagione, è invece Aidan ad ammettere di aver bisogno di aiuto".

 

I tre attori hanno infine rivelato indiscrezioni sul finale della seconda stagione, pur senza addentrarsi in particolari. A quanto pare, i tre ritroveranno la "retta via", ma succederanno cose orribili durante il percorso, in una stagione che sarà molto intensa dal punto di vista emotivo. E ci lasciano con una notazione in particolare che non potrà che risvegliare la curiosità dei fan: al termine della serie ci si potrà chiedere, a ragione, secondo gli attori, cosa altro potrà capitare al trio nelle successive serie. 

 

Ricordiamo ai lettori che in Italia Being Human è trasmessa da AXN Sci-Fi (altre informazioni qui).

 

Autore: Pia Ferrara - Data: 3 febbraio 2012 - Fonte: Collider.com

Risorse in rete

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

La lista dei commenti non à disponibile.

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.