Lucca Comics And Games
  
 

Lucca Comics & Games 2013

“Questione di stile”: a Lucca la Moda è di moda. Presentata l'edizione 2013 del festival dell'intrattenimento più popolare. Andrzej Sapkowski, Eric M. Lang, Stephan Martinière guest of honor della sezione Lucca Games. Hermann, Guy Delisle e Terry Moore ospiti del Lucca Comics.

Il manifesto di Lucca Comics & Games 2013 ingrandisci

Tutto pronto per l'edizione 2013 di Lucca Comics & Games, il Festival internazionale dedicato al fumetto, al gioco e all’illustrazione, realizzato da Lucca Comics & Games Srl, insieme al Comune di Lucca, con il sostegno di altri enti cittadini come Provincia, Camera di Commercio e Fondazioni bancarie, che si terrà a Lucca dal 31 ottobre al 3 novembre 2013.

 

Forte del record assoluto di visitatori, oltre 180mila, registrato nella passata edizione, la manifestazione si ripresenta con un carnet di eventi, ospiti e spettacoli ancora più ricco che in passato, consolidando quel ruolo guida che la rassegna si è conquistata nel corso della sua lunga esistenza. Il successo di Lucca Comics & Games ha ormai creato un modello che è diventato normativo per tutte le altre manifestazioni del settore, e oggi non ce n’è praticamente una che non si ispiri, spesso anche nel nome, al festival lucchese.

 

Esiste, insomma, uno “Stile Lucca”, facile da apprezzare ma difficile da emulare: creatività, ampia conoscenza dei propri settori di riferimento, professionalità e cura dei dettagli, sia nelle mostre e negli eventi artistico-culturali sempre di alto livello, che nell’attenzione verso gli ospiti, il pubblico e gli espositori della mostra-mercato, sono i plus di un Festival realmente apprezzato in tutto il mondo.

 

Ma il claim “Questione di stile”, tema di questa edizione, porta prepotentemente alla ribalta un tema — quello della Moda e del Costuming — già ben radicato nella manifestazione, ma fatto sfilare sotto i riflettori di quest’anno anche attraverso la mostra “Dress Code” e una stretta collaborazione con la Fondazione Ferragamo della quale verranno dati i dettagli in seguito.

In stretta associazione con lo slogan dell’edizione 2013 — di cui rappresenta la principale controparte sul fronte dei contenuti — la mostra “Dress Code” si propone di indagare il rapporto fra Moda e Fumetto attraverso sette personaggi femminili che rappresentano altrettante icone fashion, ma andando a indagare anche sul loro “essere donne” a tutto tondo, dal lavoro ai sentimenti, a quella che immaginiamo essere la loro vita quotidiana. Ecco le “Magnifiche 7 del Fumetto e del Fashion”: Wonder Woman (Diana Prince), la Donna Invisibile (Susan Storm), Catwoman (Selina Kyle), Valentina (Valentina Rosselli), Eva Kant, Satanik (Marny Bannister), Fujiko Mine (da Lupin III).

 

La nuova sfida

Con la mostra-mercato distribuita sui 25 mila metri quadri di padiglioni situati nelle piazze e nelle vie del Centro Storico e delle sue immediate pertinenze, e l’utilizzo di tre palazzi storici, auditorium e varie sale cinematografiche per mostre di originali e spettacoli, Lucca Comics & Games si prepara a giocare ancora una volta la carta vincente di una suggestiva città d’arte come Lucca, che costituisce l’asso nella manica rispetto ad altri eventi consimili.

 

A far da cornice promozionale all’evento, un poster dall’impronta esclusiva realizzato dal team di artisti internazionali in forza a Riot Games, uniti per dare vita alla miglior interpretazione del tema di quest’anno: la moda e lo stile.

È con un’allusione alle eroine del fumetto, protagoniste indiscusse delle mostre e degli eventi di quest’anno, che il manifesto 2013 celebra la cultura dei cosplayer e delle cosplayer con un

tocco di stile e di spirito fashion. Per niente celata, poi, è anche l’ispirazione al mondo fantasy e fantascientifico, e soprattutto alla leggendaria Pris, l’androide di Blade Runner interpretato da Daryl Hannah. Sullo sfondo di un tiepido tramonto d’autunno, l’immagine colloca l’arte del videogioco e l’universo cosplay nelle calde atmosfere lucchesi, in una fusione sapientemente riuscita che ben rappresenta lo spirito del festival di quest’anno.

 

Reduci del successo di League of Legends — il videogame on line più giocato al mondo — gli artisti della Casa d’oltreoceano, sotto la guida preziosa di Adam Murguia, hanno prestato il proprio talento per il poster promozionale di Lucca Comics & Games, proprio nell’anno in cui la città si appresta a festeggiare i 500 anni delle Mura, simbolo incontrastato della sua storia e della sua identità.

Lanciato di recente in Italia, League of Legends è diventato in breve tempo uno dei MOBA (Multiplayer Online Battle Arena) più popolari anche nel nostro paese, e grazie alla realizzazione di quest’opera, migliaia di appassionati e visitatori potranno adesso apprezzare l’arte del team creativo di Riot anche nell’immagine di comunicazione di Lucca Comics & Games 2013.

 

Gli artisti: il Riot Games Splash Team

Andrew Silver ha mosso i suoi primi passi nel mondo dell’arte copiando le illustrazioni di copertina delle vecchie VHS quando era poco più che bambino. Ispirato da questa esperienza precoce, ha continuato a disegnare fino al momento in cui ha scelto di iscriversi alla Scuola di Arti Visive, dove ha intrapreso un cammino professionale che lo ha condotto prima a una Master Class presso l’Amherst College e poi, finalmente, a Riot Games come concept artist.

 

Katie De Sousa è una giovane artista di origini canadesi. La sua formazione si è affinata attraverso la creazione della concept art per giochi indipendenti e per fumetti. È approdata a Riot nel 2012 e da allora conduce regolarmente performance dal vivo e dimostrazioni online, oltre che in importanti rassegne dedicate all’arte.

 

Chengwei Pei ha studiato alla Beijing Film Academy, ed è arrivato in Riot come concept artist nel 2013. Durante la sua carriera ha sviluppato un doppio percorso professionale, sia come artista di sviluppo visuale che come illustratore tradizionale per animazione.

 

Christian Fell è concept artist, designer 2D e 3D, character designer e animatore. Attualmente vive a Los Angeles, dopo anni trascorsi in Cina, Inghilterra e Germania, luogo in cui è nato.

 

Michelle Hoefener si è laureata presso l’Illinois Institute of Art, a Chicago, dove si è specializzata in Game Art e Design. Adora trarre suggestioni visive da forme d’arte diverse, ed è affascinata dall’utilizzo del colore e della luce nella creazione di ambientazioni e personaggi.

 

Alex Flores ha studiato all’università Santo Tomas, nelle Filippine. Come membro del team di concept art, il lavoro di Alex si focalizza sulla creazione e sulla reimmaginazione dei dei campioni delle Arene della giustizia di League of Legends.

 

Bo Lu ha una laurea in Sviluppo Visuale per giochi, film e animazione, ed è entrato a far parte di Riot nel 2012 come concept artist associato. Bo si dedica agli sketch, al disegno e all’illustrazione tout court contribuendo al meglio all’opera di League of Legends.

 

Joshua Brian Smith si è formato all’Otis College of Art and Design conseguendo una laurea in Belle

Arti e Media Digitali. Si è unito allo Splash Team di Riot nel 2012 e da allora contribuisce ai lavori preferiti dai giocatori.

 

A guidare l’intero team è Adam Murguia, art director. Tra i suoi meriti di carriera c’è la direzione di The Sims (Electronic Arts). Adam è entrato in Riot all’inizio del 2012, e conduce un team di splash artist e concept artist che mirano a migliorare sempre di più la qualità del gioco per i giocatori.

 

La realizzazione del manifesto

Animati dall’entusiasmo per questa irripetibile sfida di disegno e illustrazione, gli otto artisti di Riot Games hanno pensato ad un concept che fosse in grado di sintetizzare il tema dello stile e della moda mantenendosi fedele alla cultura autentica del videogame.

In una prima fase, Andrew Silver e Bo Lu hanno creato una serie di sketch per esplorare potenziali concept e layout sul tema dell’incontro tra stile e mondo fantasy. Una volta ricevute le impressioni del team e dopo aver raggiunto un accordo su quale dovesse essere il tema centrale, Andrew ha realizzato l’immagine attraverso la composizione del colore e il rendering, passando dal disegno preparatorio a un’illustrazione completa.

Infine, Katie De Sousa ha rifinito l’immagine portando alla luce anche i più piccoli dettagli dello sfondo e del personaggio, dando risalto a quell’aria ‘pop’ che si respira giusto in un evento che celebra moda e stile all’interno di una comunità di fan del fumetto e del videogioco.

 

AREA COMICS

 

Ancora più spazio alla nona arte

È questione di stile anche per come Lucca promuove e diffonde la cultura e la passione per il fumetto. L’edizione 2013 di Lucca Comics offre se possibile ancora più spazio ai protagonisti della nona arte, con un rinnovato e ampliato padiglione in piazza San Martino, che diventa il fulcro vitale della manifestazione, accogliendo l’editoria a fumetti italiana. Più spazio con la nascita della Comics Artists Area, una zona riservata che permetterà a molti disegnatori a fumetti di entrare in contatto diretto col proprio pubblico e di crearsi nuovi fan. E poi tornano l’Area Pro, il servizio targato Lucca Comics che consente agli addetti ai lavori di visionare i talenti del futuro e avere una zona dedicata ai contatti professionali, e la Self Area, il padiglione sempre più apprezzato e ricercato, dedicato alle autoproduzioni in tutte le forme.

Per quanto riguarda le mostre: una su tutte “Dress Code”, un’intrigante e originale “intrusione” nel look di sette tra le più amate eroine a fumetti: smessi i panni che le vedono impegnate in complesse e rischiose avventure, eccole con i loro vestiti, i loro accessori, in una parola il loro stile di donne a tre dimensioni.

Il meglio dell’editoria a fumetti ha una data segnata sul calendario, ed è l’inizio di Lucca Comics & Games. Nei padiglioni del centro storico torneranno, solo per citarne alcuni, marchi come Panini, Bonelli, Mondadori, Alastor, Astorina, Star Comics e, nel mondo dell’home video, Yamato e Dynit.

 

Il meglio del fumetto d’autore internazionale

Hermann, Guy Delisle e Terry Moore sono tre degli ospiti internazionali che saranno presenti a Lucca Comics & Games 2013. Si tratta di tre acclamati autori, creatori di alcune delle migliori opere a fumetti degli ultimi anni. Come da consuetudine a Lucca Comics, saranno protagonisti di intensi incontri con il pubblico, showcase, sessioni di autografi e di mostre personali a loro dedicate che ci faranno addentrare nella loro arte. Hermann uno dei più grandi fumettisti viventi è autore di Jeremiah, serie entrata ormai nella storia del fumetto: arrivata al 32° volume, continua tutt'ora ed è stata trasposta in anni recenti anche in una serie televisiva. Guy Delisle è uno dei nomi più acclamati del graphic journalism, grazie ai suoi reportage disegnati sulle sue esperienze di vita e professionali in Asia. Terry Moore è uno dei massimi esponenti del fumetto indipendente americano e ha raggiunto fama planetaria con la serie Strangers in Paradise, di cui ricorre il ventennale dalla pubblicazione del primo numero.

Naturalmente saranno ben presidiati anche il panorama italiano e la scena giapponese, con ospiti di assoluto rilievo, di cui sveleremo presto i nomi.

 

Hermann (Bévercé, Belgio, 1938), al secolo Hermann Huppen, è uno dei più grandi fumettisti viventi ed è stato insignito del Gran Guinigi 2012 come Maestro del Fumetto.

Il suo debutto avviene nel 1964 sulle pagine del magazine "Spirou"; dal 1969 che inizia una collaborazione con lo sceneggiatore Greg realizzando due delle serie più importanti della sua lunga carriera Bernard Prince e Comanche; nel 1979, come autore completo inizia la pubblicazione del postatomico Jeremiah, serie entrata ormai nella storia del fumetto: arrivata al 32° volume, continua tutt'ora ed è stata trasposta in anni recenti anche in una serie televisiva. Oltre ad una numerosa produzione di volumi autoconclusivi, crea la saga medievale de Le Torri di Bois Maury e la graphic novel di cristallino impegno civile come Sarajevo Tango.

 

Guy Delisle (Quebec City, Canada, 1966) studia animazione presso lo Sheridan College di Oakville, e lavora successivamente per diversi studi in Canada, Germania, Francia, Cina e Corea del Nord, fra cui lo studio CinéGroup di Montreal. Le sue esperienze come supervisore in Asia sono state raccontate in due romanzi grafici, Shenzen e Pyongyang, pubblicati in Francia dalla casa editrice indipendente L'Association. Insieme alla compagna, amministratrice dell'organizzazione umanitaria Medici senza Frontiere, Delisle si stabilisce sia in Birmania che a Gerusalemme; dai mesi vissuti in quei luoghi con la famiglia nascono altri due volumi, Cronache Birmane e Cronache di Gerusalemme, l'ultimo dei quali gli ha valso il Premio per la migliore opera al Festival Internazionale di Angoulême 2012.

 

Terry Moore (Houston, Stati Uniti, 1954) è uno dei massimi esponenti del fumetto indipendente americano. Ha raggiunto fama planetaria con la serie Strangers in Paradise, vincitrice tra l’altro dell’Eisner Award, del National Cartoonist Society Award, del Comic-Con International Inkpot e di due GLAAD awards: di questa serie ricorre il ventennale dalla pubblicazione del primo numero. In seguito crea e pubblica, sempre rigorosamente “in proprio”, il fantascientifico Echo e l’horror Rachel Rising. Ha al suo attivo anche collaborazioni in qualità di sceneggiatore con Marvel Comics (Spider-Man Loves Mary Jane e Runaways).

 

AREA GAMES

 

Lucca Games compie 20 anni

Il più ambito salone italiano del gioco intelligente e dell’immaginario fantastico compie 20 anni. Da un piccolo nucleo di 800mq, infatti, è arrivato a varcare la soglia degli attuali 10.000 mq, ampliando i suoi sguardi all’immaginario fantastico attraverso la presenza di grandi scrittori e di pilastri dell’illustrazione sino ai talent delle serie cinematografiche e televisive. Un rinnovamento nel segno delle passioni dei propri fan, un festival crossmediale che con l’affermazione del videogioco è oggi il più grande d’Italia e tra i primi a livello mondiale.

 

Nel compleanno dei suoi primi vent’anni, Lucca Games non spegnerà certo le candeline da sola: la storica manifestazione avrà al suo fianco dei fedeli compagni di viaggio, primo fra tutti il mitico Grog. La celeberrima mascotte ideata da Roberto Giomi, e rivista nel 2003 in chiave digitale da Marco Bianchini (autore tra gli altri di Tex e Mister No) sarà reinterpretata da Marco Soresina, artista e animatore 3D, che realizzerà due spettacolari trailer commemorativi del ventennale con il Grog per protagonista. Le soprese ovviamente non finiranno qui, esattamente come dieci anni fa è in progettazione una pubblicazione celebrativa per i vent’anni del salone ludico! Preparativi a giocare con Lucca Games!

Anche nel 2013 Lucca raccoglie il meglio del gioco da tavolo, del videogioco e della narrativa fantastica mondiale. Proprio il gioco da tavolo, settore in espansione che quest’anno ha vissuto una tappa importante con la nascita del premio Gioco dell’Anno, sarà rappresentato tra gli altri, da storici compagni di viaggio di Lucca Games, come Giochi Uniti, Asterion Press, Editrice Giochi, dV Giochi, Cranio Creations. Il settore del videogioco avrà per protagonisti Sony, Nintendo e Ubisoft con i suoi eventi speciali. E ovviamente le principali case editrici che porteranno a Lucca le ultime novità fantasy e di fantascienza: per citarne alcune Mondadori, RCS e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol.

 

I tre Guest of Honor 2013

Lucca Games ha raccolto la sfida dei Guest of Honor anche per il 2013, e nell’edizione che ci aspetta risponde con tre assi nella manica che tengono alto il nome del celebre tris dei grandi ospiti: Andrzej Sapkowski, Stephan Martinière ed Eric M. Lang sono i talenti presenti alla manifestazione per colorarla di ottima letteratura, eccellente pittura e un game designing di qualità. Il forte riscontro della saga fantasy di The Witcher, da cui è stato tratto il fortunato videogioco col titolo omonimo, è la valida ragione della presenza di Andrzej Sapkowski, lo scrittore polacco più noto in Europa e tradotto in oltre 75 paesi del mondo. Le straordinarie ambientazioni di film culto come Star Wars, Star Trek, o Il Quinto Elemento, sono invece alla base dell’invito rivolto a uno dei più grandi visionari del nostro tempo, il concept artist Stephan Martinière. Per completare il podio del successo, Eric M. Lang porterà in fiera innovazione e genialità, presentando il suo ultimo gioco di carte dedicato a Star Wars, per la felicità di tutti gli amanti del living card game e dei fan della fantascienza. Un acuto narratore, un grande visionario e un vivace sviluppatore di giochi sono i tre assi nella manica che Lucca Games sfodera quest’anno, per un’edizione che sembra pronta, ancora una volta, a lasciarci senza fiato.

 

Andrzej Sapkowski (Lodz, Polonia, 1948) è il creatore di un personaggio di nome Geralt di Rivia. Il nome di quest’impavido eroe è ormai noto ai lettori di ben 75 paesi del mondo (in Italia è pubblicato da Editrice Nord), quelli che hanno visto la traduzione della pluripremiata saga fantasy ideata dallo scrittore polacco. Il Tempo della Guerra, Il Sangue degli Elfi, La Spada del Destino, Il Guardiano degli Innocenti: i titoli della serie The Witcher risuonano oggi sia sugli scaffali di tutte le librerie che su quelli dei più aggiornati gamestore, dove la trilogia dell’omonimo videogioco (CD Project) regna sovrana tra i prodotti di punta delle vendite degli ultimi anni. Il successo internazionale di The Witcher, inoltre, ha dato vita ad adattamenti per il grande e il piccolo schermo, oltre che a una serie a fumetti e a un gioco di ruolo cartaceo. La chiave di una eco di tale portata risiede nello stile unico e peculiare dello scrittore di Lodz, che attinge sapientemente alla simbologia classica della letteratura fantasy e la rinnova con elementi personali, caratterizzati da marcate tinte noir, un humor molto sagace, e forti contenuti sociali come l’ecologia e lo scontro razziale.

 

Stephan Martinière (Parigi, Francia, 1962) è un artista internazionale che rappresenta il mondo della fantasy e della fantascienza tout court. Nella sua ricca carriera è stato cartoonist, illustratore, direttore d’animazione, concept e visual designer, e ha collezionato alcuni tra i più stimati premi della critica. Tra le sue collaborazioni più importanti ci sono quelle con Disney, Paramount, Universal, Warner Bros, 20th Century Fox, Dreamworks. Come molti prima di lui, anche Martinière ha prestato servizio nella leva obbligatoria di ogni artista che si rispetti, ossia le carte da gioco di Magic, The Gathering, mentre come illustratore e copertinista si è aggiudicato nel 2008 il Silver Award del prestigioso annuario internazionale Spectrum. Ma ciò per cui viene forse più ricordato sono i suoi titoli cinematografici (Star Wars, Tron: Legacy, Star Trek, I, Robot, Il Quinto Elemento, Virus, Il pianeta rosso, La moglie dell’astronauta), e quelli nell’ambito del videogaming (URU: Age beyond the Myst, Blacksite: Area 51, Stranglehold, Mortal Kombat vs DC). Attualmente è concept artist e visual director per il cinema, i videogiochi e persino i grandi parchi a tema (Jurassic Park Ride, Star Trek Ride).

 

Eric M. Lang (Montreal, Canada, 1972) è un talento del game design internazionale, ed è oggi considerato il maestro indiscusso del living card game. Durante la sua carriera ha lavorato per Fantasy Flight Games, Wizards of the Coast, Mattel, Wizkids, Alderac Entertainment. Freelance affermato nel panorama ludico mondiale, il nome di Lang è stato consacrato da boardgame come World of Warcraft o da pluripremiati giochi di dadi come Quarriors!. Originale e aperto alle innovazioni, è ideatore di titoli che da anni appassionano folte schiere di giocatori e li coinvolgono in sfide sempre nuove ad altissimo indice di gradimento: portano la sua firma, infatti, ambientazioni di ampio respiro come Il Trono di Spade, Call of Chtulhu o Warhammer Invasion. In qualità di appassionato di fantascienza, non poteva mancare nella sua brillante ludografia un gioco di carte dedicato alla madre di tutte le saghe sci-fi, ovvero Star Wars. Il setting di Guerre stellari è infatti lo sfondo del suo ultimo capolavoro edito da Fantasy Flight e distribuito in Italia da Giochi Uniti: quest’anno sarà presentato proprio a Lucca dall’autore in persona, nella vostra imperdibile sfida ludica del 2013.

 

AREA JUNIOR

 

I 500 anni delle Mura di Lucca

Come è accaduto per le scorse edizioni, con i percorsi dedicati alla storia, alla musica, all'astronomia, all'avventura e ai grandi anniversari, anche per il 2013 Lucca Junior sceglie un tema intorno a cui far girare le proposte culturali e di intrattenimento del padiglione: saranno, infatti, il muro e la sua simbologia a fare da filo conduttore alle molte attività in programma. Il tema prende spunto dal 500esimo anniversario della fondazione delle Mura di Lucca, la cui realizzazione è iniziata nel 1513 a scopo difensivo. Queste Mura hanno trasformato negli anni la loro funzione, ma — più in generale — muri e muraglioni conservano oggi una particolare valenza simbolica e nel nostro immaginario servono ancora a circondare, proteggere, unire chi vi sta dentro o dietro, ma anche dividere, allontanare, respingere chi si trova al di là. I grandi muri rappresentano anche una sfida ed hanno assunto nella storia profonde valenze politiche e religiose, sono diventati un segno di rivincita nel momento in cui sono stati abbattuti o eretti a ricordo di qualcosa, ma sono anche simbolo di grandi opposti: inclusione ed esclusione, protezione ed allontanamento, uguaglianza e diversità.

Di tutto questo proveremo a parlare a Lucca Junior attraverso 4 giorni di laboratori, incontri, letture, spettacoli teatrali e giochi nelle 4 aree interattive del padiglione: l'Area Incontri, l'Area Laboratori, l'Area Gioco e l'Area Teatro.

 

Al tema del muro saranno dedicati anche i progetti gratuiti per le scuole primarie e secondarie di primo grado che in settembre verranno proposti agli istituti di Lucca e Provincia e coinvolgeranno gli alunni in percorsi artistici e di lettura condotti da esperti. I percorsi inizieranno, come di consueto, nei mesi precedenti alla manifestazione e saranno tenuti da esperti dello staff di Lucca Comics & Games o e collaboratori esterni qualificati e si concluderanno con la visita delle classi al padiglione e la partecipazione ad un evento conclusivo

 

Anche il Concorso Lucca Junior per Illustratori e Fumettisti, giunto alla sua VII edizione, renderà omaggio alle Mura di Lucca e tutti gli altri muri che scaturiranno dalla creatività dei partecipanti. Dalle migliori tavole selezionate al concorso nascerà una mostra itinerante dal titolo: “Mura Maestre. Viaggio illustrato tra muri, pareti e confini” che sarà inaugurata a Lucca il 31 ottobre per poi essere riproposta in altri festival e realtà italiane ed internazionali legate all'illustrazione e alla letteratura per ragazzi.

 

L'ospite d'eccezione

A proposito di mostre, il primo ospite annunciato per Lucca Junior sarà quest'anno Beatrice Alemagna (Bologna, 1973), una delle più apprezzate autrici ed illustratrici per ragazzi contemporanee. Ha iniziato la sua carriera in Francia nel 1996, dove tutt'ora vive e lavora, ed ha all'attivo oltre 20 libri scritti ed illustrati con i principali editori del panorama internazionale, tra cui Autrement, Gallimard, Phaïdon, Rue du Monde, Seuil jeunesse, Thierry Magnier, Topipittori.

Nel 2010 ha vinto il Premio Andersen come illustratrice dell'anno e numerosi altri premi internazionali. I suoi libri sono tradotti in quasi tutte le lingue del mondo e le sue illustrazioni sono state esposte a Parigi, Bologna, Bordeaux, Charleville, Monaco, Pau, San Paolo, Roubaix, Reims, Cherbourg, Lisbona, Bobigny, Tokyo, Sapporo e Kyoto. Grazie a Lucca Junior, arriveranno a Lucca per la prima volta all'interno di un'ampia personale che ripercorrerà gli ultimi fortunati lavori di questa poliedrica e particolarissima artista.

È suo il manifesto dell'ultimo film di Ascanio Celestini La pecora nera uscito nel 2010 e acclamato in concorso alla 67a edizione del Festival del Cinema di Venezia.

 

Divertirsi in sicurezza

Si consolida, infine, un'importante collaborazione, quella con il Forum Provinciale Permanente per la Prevenzione delle Dipendenze dalle Sostanze Psicoattive, di cui la Prefettura di Lucca è capofila e con il quale Lucca Junior ha realizzato il progetto «La sfida per divertirsi sicuramente» iniziato a febbraio di quest'anno e che si concluderà nel padiglione Junior durante i giorni del festival. Il progetto ha visto la partecipazione di 170 alunni delle scuole secondarie di primo grado di Lucca e Provincia in veste di game designer per la realizzazione di Fun fun fun, un gioco da tavolo educativo sulle dipendenze da sostanze e comportamenti. Il gioco è stato realizzato sotto la guida di Lucca Comics & Games, degli esperti della casa editrice dV Giochi e dei soci della LudoLega Lucchese e sarà presentato in anteprima e sarà giocabile in versione gigante a Lucca Junior 2013.

 

AREA MUSIC & COSPLAY

 

10 anni di palco

Uno dei punti di maggior attrazione di Lucca Comics & Games, ovvero il “palco”, compie nel 2013 dieci anni. In questo periodo, tutto quello che ruota attorno al palco ha coinvolto un numero sempre maggiore di appassionati e ha invaso anche le strade del centro storico. Dieci anni di grandi ospiti, di cover band, di cosplay, di puro spettacolo e di assoluto divertimento sono un traguardo da festeggiare con un programma nuovo e ancora più ricco. E per celebrare il compleanno, il supercartellone 2013 per la prima volta si contamina anche con la musica leggera: grazie alla collaborazione con alcune fra le più importanti agenzie musicali del panorama nazionale, avremo a Lucca nomi di assoluto rilievo della scena italiana.

 

Si confermano i punti cardine dell’edizione precedente, con tanta musica a tema, con i concerti dedicati alle sigle dei più amati cartoni tv, suonate dagli stessi artisti che le hanno portate nelle case di tutti noi e dalle principali cover band italiane. Sull’onda del grande successo degli ultimi due anni, torna il Japan Rock che sarà accompagnato da altre novità dall’universo nipponico. Il calendario di Street & Fun sarà ancora una volta ricco di performance, appuntamenti, sfilate e flash mob per le vie del centro. Torna anche Teatro Comics che porterà all’Auditorium San Girolamo alcuni intrigantissimi spettacoli legati al tema, che non mancheranno come in passato di affascinare il pubblico nelle serate di Lucca Comics & Games.

 

E naturalmente, anche il 2013 sarà un’edizione all’insegna del cosplay: la più attesa gara italiana di costume a tema eleggerà nuovi vincitori e non mancherà di espandersi a macchia d’olio nei mille suggestivi vicoli di Lucca; per chi vuole invece diventare un cosplayer con tutti i crismi, si riaprono le aule del Cosplay Camp, con lezioni di trucco, stile e… fantasia tenute da veri esperti.

 

AREA JAPAN PALACE

 

Appuntamento con il Giappone

Il Japan Palace, lo spazio più amato dagli appassionati del Sol Levante, ritorna e sarà come sempre il grande protagonista del Real Collegio, con ancora più spazio per gli stand, grazie a un secondo chiostro ristrutturato e rinnovato. Torna anche il Mangiappone nel terzo chiostro, con la sua ricca offerta di specialità della cucina giapponese, un angolo unico per una sosta “a tema” tra un evento e una visita agli espositori. Al primo piano, oltre allo spazio dedicato all'artigianato giapponese tradizionale, si amplia e diversifica la Fashion Street con standisti stranieri che porteranno Cosplay Camp, con iscrizioni semplificate aperte a tutti e workshop di trucco, recitazione e accessori. Torna anche il Lucca Mangaka Contest, il concorso per aspiranti autori di manga, che nella sua prima edizione lo scorso anno ha raccolto più di 120 partecipanti: quest’anno la novità sarà anche il premio dedicato alla categoria Under 14. E torna pure l’amigurumi, ovvero la tecnica di uncinetto giapponese, dopo che il suo sbarco a Lucca Comics & Games l’anno scorso ha riscosso un grande successo soprattutto tra i meno giovani. Infine, una delle novità sarà il Maid Café, un tipo di caffetteria nata qualche anno fa e pensata inizialmente per appassionati di fumetto e animazione che frequenta il quartiere di Akihabara a Tokyo, che ha riscosso una notorietà tale da travalicare i confini nazionale e con show televisivi, manga e intere linee di prodotti dedicati.

E non mancheranno ospiti, sfilate, sessioni di autografi, mostre, insomma tutto ciò che fa Japan Palace.

AREA MOVIE

 

Il grande cinema colpisce ancora!

Torna anche quest'anno Movie Comics & Games, l'area di Lucca Comics & Games interamente dedicata al mondo del cinema e ai suoi protagonisti. Giunta ormai alla sua terza edizione, è diventata un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati del genere: forte del successo delle precedenti edizioni che hanno ospitato anteprime internazionali, sneak preview, incontri con autori e registi ed eventi speciali, Movie Comics & Games torna con tante novità e anteprime esclusive.

 

Le più importanti case di distribuzione cinematografica hanno confermato Lucca come palcoscenico ideale per il lancio dei film più attesi della stagione e Movie Comics & Games, grazie alla collaborazione con QMI, ospiterà anche quest'anno il grande cinema d'animazione, i movie comics, la fantasy cinematografica e i blockbuster americani. Le location? Sempre nel cuore della manifestazione, sotto il Loggiato di Palazzo Pretorio (piazza San Michele) ci sarà l'info-point con gli stand tematici, le proiezioni di nuovi trailer, ma anche incontri, gadget e dvd in edizioni speciali; nei cinema della città avranno luogo le anteprime più attese della stagione: anche per quest'anno ci saranno proiezioni in orario serale, perché Lucca Comics & Games non si ferma mai.

 

Autore: Redazione - Data: 24 luglio 2013

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Anche quest'anno si prospetta un grandissimo evento. Speravo nella presenza di Sanderson ma Sapkowski è un'alternativa veramente ottima

» postato da l'assassino alle 01:43 del 24-07-2013

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.