In 3D e in 2D debutta oggi sugli schermi italiani Scontro tra Titani, l'ultima fatica di Louis Leterrier (The Incredible Hulk).

La lotta per conquistare il potere fa contrappore semplici uomini e re e mette i re contro gli dei. Una nuova terribile minaccia però si allunga sull'umanità: la guerra tra i fratelli Zeus e Ade potrebbe distruggere il mondo.

E' così che il figlio di un dio, cresciuto come un semplice uomo troverà nelle sue mani il destino dei suoi simili: Perseo (Sam Worthington), figlio di Zeus (Liam Neeson) e Danae (Tine Stapelfeldt) assiste impotente alla distruzione della sua famiglia a opera di Ade (Ralph Fiennes).

Ora che non ha più nulla da perdere Perseo si offre volontario per guidare una pericolosa missione: il compito del manipolo di uomini che comanda è quello di contrastare Ade e impedire che questi possa rovesciare Zeus e portare l'inferno in terra. Questo porterà gli eroi a viaggiare per mondi pericolosi e misteriosi, scontrarsi con demoni e a sconfiggere bestie inimmaginabili.

Solo se Perseo riuscirà ad accettare la sua natura divina, sconfiggere il proprio fato e crearsi un nuovo destino l'umanità potrà sperare nel futuro.

Il progetto di riportare al cinema i miti greci raccontati nell'ormai lontano 1981 da Desmond Davis è rimasto per anni nei cassetti della Warner Bros., fino a quando la casa di produzione non è riuscita a mettere insieme un team di fan dell'originale Clash of the Titans: il regista Louis Leterrier, appunto, e gli sceneggiatori Matt Manfredi e Phil Hay (Æon Flux). 

"Avevamo tutti una chiara idea di come avrebbe dovuto essere il film" ha dichiarato Manfredi a SCI FI Wire. "Ci siamo chiusi in ufficio con Louis e abbiamo provato a capire cosa volesse, cosa aveva in testa e come realizzarlo."

Lavorare con Leterrier per Manfredi è stato davvero interessante: "è così pieno di energia e di entusiasmo, e tutto si combina con una straordinaria capacità di visualizzazione. E' perfetto per il tipo di film che stavamo cercando di realizzare."

Il terzetto ha iniziato a lavorare su una sceneggiatura scritta da Travis Beacham che poi è stata rielaborata per seguire le indicazione del regista. "C'erano riferimenti a miti di differenti culture e credi religiosi. Abbiamo cercato di riportare tutto all'antica Grecia e di inserire gli dei che tanto abbiamo amato da bambini grazie a Edith Hamilton (autrice tedesco-americana vissuta a cavallo tra '800 e '900 che tanto ha fatto per la diffusione della cultura classica, n.d.r.). Volevamo inserire tutte le creature fondamentali dell'originale: Pegaso, il Kraken, Medusa, le streghe, e Calibos."

Sam contro i Titani

Esce oggi negli USA l'ultimo lavoro di Louis Leterrier. Dei, creature mitologiche e mostri e in mezzo a tutto la...

Simona Ricci, 2/04/2010

Scontro tra Titani, 1 di 3

Louis Leterrier rivela di avere già pronte due sceneggiature per un ambizioso progetto: una trilogia mitologica

Simona Ricci, 25/03/2010