Genere: Fantasy/MMORPG

Sviluppatore: ZeniMax Online Studios

Pubblicato: Bethesda Softwork

Versione provata: PlayStation 4

Voto 3/5

PlayStation 4 e Xbox One accolgono il multiplayer online role playing game con l’arrivo di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited. Il gioco pubblicato da Bethesda Softwork approda così sulle console, dopo poco più di un anno dall’uscita per PC e Mac.

La versione testata è per PlayStation 4. Abbiamo giocato per oltre dieci ore, divise in diverse sessioni ed esplorato il vasto mondo di Tamriel, completamente online. È infatti la prima volta che un capitolo della saga fantasy di Bethesda debutta in Rete sotto forma di MMORPG. Il team creativo ZeniMax Online Studios si è impegnato molto nella realizzazione di TESO, ma andiamo nel dettaglio.

Le primissime fasi di questa esperienza online con The Elder Scrolls e Tamriel si caratterizzano per la mole di file di aggiornamento che occorrono per iniziare effettivamente a giocare. Prima della classica fase di creazione del personaggio, infatti, è d’obbligo essere pazienti e aspettare.

Un cinematic trailer apre finalmente le danze, dopodiché toccherà a noi con la creazione del personaggio. L’editing è come al solito molto coinvolgente e ben strutturato; per chi ha fretta di iniziare l’opzione “randomize” deciderà istantaneamente quali connotati avrà l’alter ego da interpretare.

Creazione del personaggio
Creazione del personaggio

Nonostante diversi riferimenti al mondo fantasy di Bethesda e ZeniMax, la trama non si collega con gli altri titoli della serie ed è ambientata, appunto, a Tamriel, terra che il malvagio principe daedrico Molag Bal, vuole unire al suo reame. L’avventura ha inizio in una cella, dalla quale verremo liberati per essere successivamente condotti all’esterno dopo una serie di mosse-tutorial che serviranno per familiarizzare (o ripassare) i fondamentali.

A primo impatto si ha l’impressione di essere tutt’altro che immersi in un MMORPG, impressione che continuerà a farci dubitare per un bel po’, almeno fino a quando non avremo livellato una decina e passa di volte. La quantità di cose da fare in single player, infatti, è parecchia.

A Daggerfall
A Daggerfall

Dopo l’arrivo nella città-stato di Daggerfall, a Glenumbra, saremo praticamente liberi di girovagare in cerca di quest. Le missioni da affrontare, tutte riportate nell’ottimo menu di gioco, saranno diverse ma molto simili tra loro. Trascorsa una fase di disorientamento iniziale capiremo come e dove muoverci, aiutati dalla mappa e dai cursori sulla barra dorsale in alto allo schermo; nella maggior parte dei casi le quest ci costringeranno a parlare con vari personaggi non giocanti, concludendo lunghe e ripetitive missioni di indagine senza aver sfoderato la nostra bella arma nemmeno una volta.

Vagabondare da una parte e l’altra di Daggerfall e d’intorni sarà un po’ frustrante. La musica cambia quando, finalmente, le quest ci porteranno ad avventurarci oltre i confini per scoprire nuove zone e a seguire la trama principale, talvolta in compagnia del misterioso personaggio chiamato il Profeta.

Affrontando le sessioni di gioco, purtroppo, c’è il rischio di imbattersi in punti morti o, diversamente, a incontrare giocatori collegati e concentrati nella stessa zona per risolvere la medesima quest. Ciononostante il viaggio ha sempre un suo perché. Tamriel è stupenda ed chiaro di come, almeno esteticamente, la squadra di ZeniMax abbia fatto un ottimo lavoro.

L'atmosfera che si respira a Tamriel
L'atmosfera che si respira a Tamriel

A livello tecnico, Tamriel non ha nulla da invidiare a titoli come Skyrim. Il mondo concepito e realizzato in The Elder Scrolls Online è ricchissimo, con paesaggi che mozzano il fiato. In determinate sequenze di gioco si ha quasi l’impressione di vedere scorci della Contea descritta ne Il Signore degli Anelli, istanti emotivamente coinvolgenti, accompagnati da una colonna sonora di altissimo livello e da effetti sonori altrettanti buoni. Nelle precedenti edizioni del magazine abbiamo potuto condividere con i nostri lettori molti contenuti esclusivi, making of che Fantasy Magazine ha pubblicato in esclusiva assoluta.

FantasyMagazine presenta in anteprima esclusiva i contenuti di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

FantasyMagazine presenta in anteprima esclusiva i contenuti di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

Articolo di Emanuele Manco Giovedì, 21 maggio 2015

In arrivo il 9 giugno 2015 su PlayStation®4 e Xbox One® il nuovo gioco che non richiede nessun abbonamento. FantasyMagazine comincia a proporvi in esclusiva materiale grafico che ne illustra l'ambientazione.

Leggi

I cuccioli di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

I cuccioli di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

Articolo di Emanuele Manco Giovedì, 28 maggio 2015

In arrivo il 9 giugno 2015 su PlayStation®4 e Xbox One® il nuovo gioco che non richiede nessun abbonamento. FantasyMagazine continua a proporvi in esclusiva materiale grafico che ne illustra l'ambientazione.

Leggi

Le sette meraviglie di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

Le sette meraviglie di The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited

Articolo di Emanuele Manco Giovedì, 4 giugno 2015

In arrivo il 9 giugno 2015 su PlayStation®4 e Xbox One® il nuovo gioco che non richiede nessun abbonamento. FantasyMagazine continua a proporvi in esclusiva materiale grafico che ne illustra l'ambientazione.

Leggi

Dal punto di visto grafico TESO fa difatti la voce grossa, nonostante qualche piccola sbavatura, con texture non sempre all’altezza e zone prive di dettagli. Di tutt’altra pasta il character design; Bethesda e ZeniMax restano pressoché fedeli ai propri modelli, che a nostro avviso avrebbero meritato maggior attenzione, almeno questa volta. Svecchiare i movimenti dei personaggi – fin troppo legnosi – avrebbe fatto guadagnare ulteriori punti al team creativo, sebbene i combattimenti e le scene d’azione regalino comunque momenti divertenti e d'impatto. 

Il gioco non richiede abbonamento, anche se è possibile effettuare dei pagamenti supplementari per acquistare contenuti aggiuntivi dallo store. Nella versione console sono stati aggiunti i contenuti del gioco originale per PC e Mac e tutti gli aggiornamenti e le integrazioni e i nuovi sistemi Champion e Justice. Durante le nostre sessioni di gioco non abbiamo riscontrato grossi rallentamenti; prima di entrare online è capitato di aspettare solo qualche minuto in coda, per poi iniziare a giocare senza problemi. 

Malgrado il potenziale inespresso, Bethesda e ZeniMax si affacciano al mondo degli MMO con buone e interessanti impressioni anche su console, settore in cui, per ora, non hanno concorrenza.

The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited, completamente in inglese, è disponibile dal 9 giugno 2015 per PlayStation 4 e Xbox One.