Genere: Action/Stealth

Produttore: Arkane Studios

Distributore: Bethesda

Versione provata: PlayStation 4

Voto (della Definitive Edition): 2/5

Ritorni. Questa volta tocca a Dishonored, il titolo dark fantasy in prima persona di Bethesda rimasterizzato per console di nuova generazione. Il titolo realizzato da Arkane Studios, gioco dell’anno 2012, si ripresenta nella sua Definitive Edition… che di definitivo ha ben poco, se non tutti i DLC inclusi nel pacchetto. 

Ormai è sempre più evidente qual è il motivo e il bisogno di rimettere sul mercato titoli in versione rimasterizzata. In questo caso, per Dishonored, anche tornare a pubblicizzare il brand in vista dell’arrivo del secondo capitolo. È un ragionamento più che condivisibile se il prodotto rimasterizzato fosse valido, ma Dishonored: Definitive Edition non lo è poi tanto. 

Del gioco ne abbiamo parlato ampiamente e continuiamo a trattare l’argomento. Confermiamo le ottime impressioni, un titolo che va al di là del gameplay in first person. Oltre alla resa dell’atmosfera e al design ricercato, Dishonored è tutt’oggi un titolo longevo e intrigante. La libertà di scelta del giocatore è il punto di forza; nessuno si sentirà costretto ad affrontare l’avventura in maniera meccanica. Non c’è quasi mai la sensazione di intraprendere missioni ed eventi lineari. Scelte e alternative caratterizzano l’esperienza e la rendono totalmente dinamica. 

Dishonored

Dishonored

Articolo di Marco Guadalupi ed Emanuele Manco Lunedì, 19 novembre 2012

Le impressioni sul sorprendente titolo Arkane Studios e Bethesda. Prova congiunta delle versioni PS3 e PC.

Leggi

Nel caso della Definitive Edition, texture in alta risoluzione non bastano a fare la differenza. Esplorando gli ambienti ed esaminando i dettagli scopriamo una rielaborazione scarna, superficiale e decisamente deludente. Dal canto suo, Dishonored non ha mai brillato per effetti e animazioni elaborate. Ma se il design e il gameplay nel 2012 riuscivano a sopperire e a mascherare questi difetti, nel 2015 le sensazioni e i giudizi sono ben diversi.

Punto a favore della Definitive Edition è la presenza di tutti i DLC usciti finora e l’utilizzo di alcuni effetti sonori sfruttati dall’altoparlante del nuovo controller PS4.

Dishonored è stato un titolo che, all’epoca della sua uscita, ci aveva entusiasmato e tornare nella fetida e misteriosa Dunwall e rigiocare nei panni del protagonista Corvo Attano ci ha fatto piacere. A distanza di tre anni, e successivamente all’entrata in scena della next-gen, Dishonored ha ancora qualcosa da dire, nonostante questa Definitive Edition non proprio meritevole. 

E3, la conferenza di Bethesda: tutte le prossime uscite

E3, la conferenza di Bethesda: tutte le prossime uscite

Articolo di Marco Guadalupi Martedì, 16 giugno 2015

Da Dishonored 2 a Doom, tutte le novità di Los Angeles dopo la conferenza di Bethesda Softwork.

Leggi

Dishonored: Definitive Edition – I Racconti di Dunwall

Dishonored: Definitive Edition – I Racconti di Dunwall

Articolo di Irene Grazzini Venerdì, 21 agosto 2015

Un interessante approfondimento del gioco e dei suoi personaggi, alla ricerca delle origini di Dishonored.

Leggi