Fin dal proprio esordio, l'Uomo Ragno è diventato un’icona del mondo supereroistico. Anche coloro che non hanno mai preso in mano un fumetto riconoscono nel giovane Peter Parker un eroe altruista e simpatico, la cui popolarità è cresciuta a dismisura anche grazie all’incursione cinematografica a partire dai primi anni Duemila, raggiungendo l’apice con la recente inclusione del tessiragnatele nel Marvel Cinematic Universe. Per non parlare della citazione nella celebre canzone degli 883. Chi, negli anni Novanta, non si è mai ritrovato a canticchiare, anche solo sovrappensiero, Hanno ucciso l’Uomo Ragno, chi sia stato non si sa!

A partire da Natale di quest’anno, Sony Pictures porterà al cinema un ulteriore tassello della mitologia di Spider-Man, permettendo al grande pubblico, che continua a non prendere in mano nemmeno un fumetto, di conoscere diverse incarnazioni dell’arrampicamuri che si incontrano nel multiverso, introducendo il Ragnoverso, già presente da anni nei fumetti e nelle serie animate, come vi raccontiamo di seguito.

Ciò che ci ha attratto in Un nuovo universo è l'opportunità che abbiamo avuto per raccontare la storia di Spider-Man in un modo completamente nuovo e rivoluzionario per la generazione attuale. Hanno dichiarato i produttori Phil Lord e Christopher Miller. Il film esplora l'esperienza del supereroe da una nuova prospettiva, affrontando temi universali, come la maturità, l'azione e la ricerca del proprio scopo in questo mondo.

Giusto per non dimenticare le sue origini, Spider-Man, chiamato affettuosamente anche Spidey, è nato dalla penna di Stan Lee e dalla matita di Steve Ditko nel 1962. La sua prima avventura editoriale avviene su Amazing Fantasy n. 15 della Marvel Comics.

Ecco i nostri saluti ai due grandi autori, entrambi recentemente scomparsi.

Addio a Steve Ditko, co-creatore di Spider-Man e Doctor Strange e grande artefice dell'immaginario

Addio a Steve Ditko, co-creatore di Spider-Man e Doctor Strange e grande artefice dell'immaginario

Articolo di Emanuele Manco Sabato, 7 luglio 2018

È morto a 90 anni la leggenda dei comics ideatore di Spider-Man, disegnatore di lungo corso di pulp horror e Doctor Strange tra gli altri.

Leggi
Addio a Stan Lee

Addio a Stan Lee

Articolo di Emanuele Manco Lunedì, 12 novembre 2018

Addio all'ideatore dei Fantastici Quattro, X-Men e Spider-Man e dei tanti supereroi con superproblemi.

Leggi

Cos’è il Ragnoverso

Nel corso degli anni, il nostro tessiragnatele ha avuto molte incarnazioni tra le pagine a fumetti. Talvolta attraverso semplici cambi di costume, passando poi per cloni, ipotesi di futuro, giungendo infine a molteplici universi alternativi, il look del ragno è stato proposto in più varianti, proprio come le sue origini.

Immaginiamo ora che quegli universi alternativi si incontrino, permettendo alle numerose versioni del nostro amichevole Spider-Man di quartiere di unirsi nella più grande avventura con un team-up dei vari Spidey.

Nei fumetti

Il Ragnoverso o Spider-verse nasce come una minisaga sulle pagine di Amazing Spider-Man nel 2014. Qui molti Ragni dei vari universi si uniscono per far fronte comune alla minaccia degli Eredi, creature immortali che si nutrono di energia totemica, capaci di spostarsi a piacimento tra le varie dimensioni e universi.

Nello Spider-verse fumettistico troviamo storie provenienti da ogni universo in cui è presente un Uomo  Ragno:

Bruce Banner veste il costume di Spider-Man in un universo alternativo. Fonte: Marvel.wikia.com.
Bruce Banner veste il costume di Spider-Man in un universo alternativo. Fonte: Marvel.wikia.com.

Universi “what if”: ovvero mondi in cui la storia canonica che conosciamo tutti (quella di Terra 616) è diversa per alcune piccole varianti. Per esempio, cosa sarebbe successo se il simbionte alieno non avesse mai abbandonato Peter Parker? Oppure come si sarebbe comportato lo scienziato Bruce Banner se fosse stato morso dal ragno radioattivo al posto di Peter?

Le vere origini del costume nero, che in realtà è un simbionte proveniente da un lontano pianeta, sono state recentemente raccolte in un volume edito da Hachette come primo numero della Collezione definitiva delle graphic novel Marvel.

Spider-Man: la nascita di Venom

Spider-Man: la nascita di Venom

Articolo di Emanuele Manco Lunedì, 17 settembre 2018

La recensione del primo volume della "collezione definitiva delle graphic novel" di Hachette.

Leggi

Universi alternativi fumettistici: mondi in cui possiamo trovare un Ragno con diverse origini, storie, e periodi temporali. Tra questi possiamo trovare Miguel O’Hara ovvero Spider-Man 2099, Hobie Brown alias Spider-Punk (Terra-138) e anche May Reilly, l’adorabile zia May, in versione steampunk chiamata Lady Spider (Terra-803).

Spider-Man 2099, Spider-Punk e Lady Spider. Fonte: Marvel.wikia.com.
Spider-Man 2099, Spider-Punk e Lady Spider. Fonte: Marvel.wikia.com.

Universi al di fuori dei comics: qui troviamo diversi Spider-Man provenienti da film, serie tv, serie animate e videogame. Fanno la loro comparsa Takuya Yamashiro, Spider-Man dell’omonima serie tv giapponese messa in onda nel 1978 (Terra-51778), i Peter Parker dei tre film di Sam Raimi e dei due Amazing Spider-Man di Mark Webb, insieme  all’arrampicamuri della serie animata L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici del 1981.

L‘incontro di ragni da diversi universi era iniziato già nel 1995 quando il nostro Spidey incontra quello del 2099 nel crossover Spider-Man & Spider-Man 2099. Più recentemente, nella minisaga Spider-Men del 2012, Peter Parker di Terra-616 incontra Miles Morales, il giovane Spider-Man dell‘universo Ultimate (Terra-1610).

Nelle serie animate

Già nella serie animata del 1994 Spider-Man the Animated Series ci fu un primo team-up ragnesco in cui sei versioni del tessiragnatele si incontrano per sventare il piano malvagio di Spider-Carnage.

Nella serie animata Ultimate Spider-Man del 2015 fa dichiaratamente la sua comparsa il Ragnoverso. Qui troviamo molti alter-spidey chiamati Web-Warriors, visti nella saga a fumetti, come Spider-Gwen, Spider-Man Noir e Scarlet Spider.

Personaggi confermati in Un nuovo Universo

Di seguito vi presentiamo i personaggi così come li conosciamo dai fumetti. Vedremo se nel film riceveranno diverse origini o caratteri.

Peter Parker

Morso da un ragno radioattivo, il destino del giovane Peter Benjamin Parker cambiò radicalmente. Da allora lo conosciamo tutti più comunemente come il nostro amichevole Spider-Man di quartiere.

Curiosità nel film: Aguzzando bene la vista, nel nascondiglio di Peter si potranno scorgere alcuni costumi provenienti da diversi fumetti, oltre a quello del gioco per PlayStation. Inoltre,film e giocattoli come la sua dune buggy che usa nei fumetti. Una foto incorniciata di lui insieme a Barack Obama, ricorda l’incontro tra i due avvenuto su The Amazing Spider-Man n. 583.

Miles Morales

Ideato nel 2011 da Brian Michael Bendis e Sara Pichelli, proveniente dall’universo Ultimate, dove Peter “Spidey” Parker è stato ucciso in battaglia, Miles Morales ha raccolto l’eredità del suo predecessore diventando il nuovo Spider-Man. Adolescente di Brooklyn, acquisisce i poteri dal morso di un ragno geneticamente modificato col siero Oz, creato dalla Oscorp come tentativo di ricreare il siero del super soldato con cui il governo aveva creato Capitan America.

Curiosità nel film: Shameik Moore, il doppiatore originale di Miles, ha scritto nel suo diario cinque anni fa: Io sono Miles Morales, perché sentiva una forte connessione con il personaggio. Per il suo costume, Miles utilizza il nero e il rosso, anziché mantenere i tradizionali colori “ragneschi” rosso e blu. In questo modo, rende più personale il proprio stile da adolescente di Brooklyn. Oltre ai tipici poteri di Spider-Man, Miles ne ha di nuovi, come il colpo velenoso capace di rilasciare una scarica elettrica e l'abilità di mimetizzarsi, diventando praticamente invisibile.

Gwen Stacy

Cosa sarebbe successo se il ragno radioattivo che diede i poteri al giovane Parker avesse morso invece la giovane Gwen Stacy? La risposta è: Spider-Gwen!

Se nell’universo classico Gwendoline “Gwen” Stacy era lo stereotipo della tipica ragazza perfetta anni Ottanta, primo amore di Peter, in questo la vediamo molto diversa: adolescente, dall’animo ribelle e batterista in una rock band. La bionda compagna di scuola di Peter vede morire quest’ultimo davanti ai suoi occhi, trasformato in un parker/lizard, dopo un esperimento andato male. Da quel giorno il senso di colpa per non averlo potuto salvare la porterà ad intraprendere al meglio la sua carriera da eroina.

Curiosità nel film: Oltre ai consueti poteri come il lancio di ragnatele attraverso dispositivi, aderire alle superfici, la velocità, la forza, l'udito incredibile e il senso di ragno, Spider-Gwen in combattimento usa degli aggraziati movimenti simili a un balletto. Nel suo mondo, Gwen è una batterista, perciò la sua esperienza in musica e danza influenza l’aspetto del suo costume. Come Miles, anche il padre di Gwen è un poliziotto.

Spider-Man Noir

Spider-Man Noir compare nella serie omonima del 2009, scritta da David Hine e disegnata da Carmine di Giandomenico, ed è ispirato agli archetipi del genere hard-boiled degli anni Trenta. Questa versione di Peter Parker ha un atteggiamento molto più duro, dovendosi confrontare con la criminalità gangster della Grande Depressione, controllata dal Goblin.

Curiosità nel film: Il personaggio in lingua originale è interpretato da Nicolas Cage.

Nicolas Cage sarà la voce di Spider-Man Noir in Spider-Man: Un Nuovo Universo

Nicolas Cage sarà la voce di Spider-Man Noir in Spider-Man: Un Nuovo Universo

Articolo di Maurizio Carnago Martedì, 17 luglio 2018

Nicolas Cage è ufficialmente il doppiatore di Spider-Man Noir, una delle tante varianti dell’Uomo Ragno che negli anni si sono susseguite negli albi a fumetti della Marvel e che comparirà nel prossimo film in CGI Spider-Man: Un Nuovo Universo, a dicembre al cinema.

Leggi

Penny Parker

Una ragazzina dolce, dai grandi occhi e abiti in stile scolaretta, tratti tipici dei personaggi kawaii giapponesi. Al suo fianco, un robottone pronto ad aiutarla e seguirla nelle sue avventure. Nell’universo di Penny, lei pilota una mobile suit chiamata SP//dr connessa mentalmente con lei e un ragno geneticamente modificato, che le permette di ottenere forza e abilità ragnesche quando entra in perfetta sintonia con la sua tuta meccanica.

Curiosità nel film: Penny Parker vive in una New York del futuro. Suo padre è stato morso da un ragno radioattivo. Costruì un robot e, quando morì combattendo il crimine, sua figlia Penny lo ereditò. La testa del robot ospita il ragno che condivide un legame psichico con lei.

Spider-Ham

Se pensate di aver visto versioni di Spider-Man in tutte le salse, avevate dimenticato quella barbeque! Signore e signori, ecco a voi Peter Porker: una versione suina antropomorfa dell’arrampicamuri. Morso da un suino radioattivo, il piccolo ragnetto Peter diverrà l’eroe conosciuto come Spider-Ham. Questa versione “prosciuttosa” vive in un universo che segue le leggi dei cartoon. A volte pigro e opportunista, non manca di cacciarsi in qualche guaio per le proprie azioni, ma non fatevi ingannare dal suo dolce aspetto; quando c’è da menare gli zamponi lui non si tira mai indietro!

Curiosità nel film: oltre ai consueti poteri di Spider-Man, ha poteri puramente cartoonistici, come l'estrazione da una non ben definita tasca di martelli giganti e incudini e viene sempre accompagnato da effetti sonori e musiche tipiche dei cartoni animati slapstick alla Looney Tunes.

Kingpin

Kingpin è comparso per la prima volta nel 1967, creato da Stan Lee e John Romita Sr. ed è uno dei più potenti e spietati signori del crimine dell'universo Marvel.

Kingpin in una tavola di Daredevil: Love and War disegnato da Bill Siwnkiewicz a confronto con la sua controparte in Un nuovo universo.
Kingpin in una tavola di Daredevil: Love and War disegnato da Bill Siwnkiewicz a confronto con la sua controparte in Un nuovo universo.

Curiosità nel film: In questa versione, è ritratto come un enorme buco nero, dal momento che è responsabile dell'apertura del portale a un'altra dimensione. È uno dei personaggi preferiti dal produttore Phil Lord, poiché è il personaggio in computer grafica più astratto che abbia mai visto. La sua stazza è imponente, come hanno imparato ad apprezzare anche gli spettatori della serie Netflix Daredevil, ma questa sagoma così grottesca non è da escludere che sia stata ispirata anche dalla graphic novel Daredevil: Amore e guerra di Frank Miller e Bill Sienkiewicz del 1986.

Prowler

Nei fumetti è un’identità assunta da due diversi personaggi. Il primo è stato Hobie Brown, avversario di Spider-Man, che poi si è redento. Il secondo a indossare il costume di Prowler è stato Rick Lawson.

Curiosità nel film: In questo film, la maschera di Prowler potrebbe nascondere il volto di un altro personaggio. Nei fumetti, il costume di Prowler normalmente è verde. Lo scenografo Justin K. Thompson e il suo team hanno deciso di dargli un colore viola nel film e aggiungere alcuni dettagli, come degli artigli, per renderlo più oscuro e spaventoso. Oltre alla forza e alla velocità della sua tuta high-tech, i poteri di Prowler includono i combattimenti di Muy Thai, una tecnica di boxe orientale. Indossa anche stivali pneumatici che gli danno la possibilità di saltare molto lontano, come se volasse.

Green Goblin e Scorpion

Curiosità nel film: in Un nuovo universo, questi due personaggi si presentano con un aspetto molto diverso rispetto a quanto siamo stati abituati finora. Green Goblin è un gigante di circa 6 metri con scaglie verdi e una lunga lingua viola, mentre lo Scorpione in combattimento si trasforma in un quadrupede.

Tombstone

In italiano chiamato Lapide, il suo vero nome è Lonnie Thompson Lincoln. Un gangster spietato e coinvolto nella criminalità Newyorkese, sfrutta il proprio aspetto spaventoso, simile a un mostruoso zombie gigante, per terrorizzare i nemici.

Curiosità nel film: La produzione voleva che Tombstone fosse una controparte per Spider-Man Noir. Infatti, il suo design è ispirato alla stessa epoca.

Per avere un’idea di quello che ci aspetta al cinema, potete leggere della speciale anteprima che abbiamo seguito a Lucca Comics & Games:

Spider-Man: Un Nuovo Universo – Trentotto minuti di footage in anteprima a Lucca Comics & Games 2018

Spider-Man: Un Nuovo Universo – Trentotto minuti di footage in anteprima a Lucca Comics & Games 2018

Articolo di Cinzia Zagato Martedì, 20 novembre 2018

Sony Pictures Animation a Lucca Comics & Games 2018 ha presentato uno dei suoi titoli di punta  attraverso l'esclusiva anteprima dei primi 38 minuti di Spider-Man: Un Nuovo Universo, l'atteso film d'animazione dedicato alle avventure animate del giovane Miles Morales.

Leggi

Non resta altro da fare che correre al cinema a vedere il film, che siate appassionati di Spidey o meno. Lo stile visivo si preannuncia veramente affascinante e a noi ha fatto una buonissima impressione.

Spider-Man: un nuovo universo

Spider-Man: un nuovo universo

Articolo di Emanuele Manco Lunedì, 17 dicembre 2018

La recensione del film che apre le porte del Ragnoverso al grande pubblico.

Leggi

Sinossi

Spider-Man: Un Nuovo Universo racconta le vicende del teenager di Brooklyn Miles Morales e delle infinite possibilità del Ragno-Verso, dove più di una persona può indossare la maschera. Una visione fresca di un nuovo Universo Spider-Man con uno stile visivo innovativo e unico nel suo genere.