Se George Lucas, come ispirazione per quello che ormai viene chiamato comunemente episodio IV, scomodò La fortezza nascosta di Akira Kurosawa, permettete a me di scomodare, per l’episodio III, William Shakespeare: Molto rumore per nulla.

Togliendo a un film pathos, sorpresa, aspettativa, un soggetto che funzioni, dialoghi scintillanti, un minimo di talento da parte dei protagonisti e il gioco psicologico, è mia opinione che rimanga ben poco da vedere, proprio come avviene per La vendetta dei Sith; quanto agli effetti speciali, se consideriamo lo standard cui il cinema ci ha ormai abituati, siamo nella media, nulla che ci faccia sognare come avvenne con il primo – scusate se non riesco a chiamarlo quarto – film di tanti anni fa.

Star Wars: oggi sarebbe possibile?

Il produttore Gary Kurtz dubbioso sulla riuscita di Star Wars in tempi moderni.

Marco Guadalupi, 29/04/2011

George Lucas colpisce ancora

Al via un nuovo progetto basato su Guerre Stellari: una sit-com animata

Simona Ricci, 8/04/2010

The people vs George Lucas

L'uomo che ha creato il mito della forza è diventato l'oggetto di un documentario che sarà presentato al South By...

Simona Ricci, 21/02/2010