L’alba su Manhattan non è (ancora) quella dei morti viventi: la spessa coltre di polvere e detriti liberata dal crollo dei palazzi (e delle nostre bugiarde certezze) è di là da ammantare gli attoniti e terrorizzati abitanti della città.

Ora, per l’obiettivo della videocamera conta solo la placida frenesia del vivere quotidiano oltre le vetrate dell’appartamento e il corpo nudo di una ragazza che sonnecchia beata fra le lenzuola. Viva la vita, in un incipit di “banale” bellezza che stringe il cuore in prospettiva.

E il viso e il sorriso della fanciulla fra le coltri è uno dei viatici per l’orrore più detonanti dalla prima apparizione di Milla Jovovich in Resident Evil.

La scheda di memoria documenta altri momenti di vita a due degli innamorati ragazzi, Rob e Beth, per poi fissare meticolosa le fasi di una ben organizzata festa di addio che gli amici dedicano a Rob.

E’ passato qualche giorno dalla notte d’amore con Beth e i rapporti fra i due soffrono degli scricchiolii dovuti a una passione scoppiata senza chiedere permesso e gravida di impegni che non è detto si sia pronti a onorare. Soprattutto se un aereo ti aspetta per portarti in Giappone fresco di incarico da vicepresidente.

Beth si presenta al party accompagnata da un non meglio identificato ragazzo; Rob si rifugia sulle scale antincendio con il fratello e sempre tallonato dall’amico Hud, al quale è stato fatto carico di filmare tutto, ma proprio tutto, l’evolversi della festa.

Il cuore spezzato e i dubbi da innamorato impreparato sembrano d’un tratto diventati il fulcro di tutto l‘universo conosciuto, niente è più importante di sapere chi è quel ragazzo ospite non gradito.

Niente. Almeno fino a quando quella che sembra una fortissima scossa di terremoto non fa affrettare in strada la città. E La testa della Statua della Libertà non piomba, letteralmente, fra gli stupefatti e confusi astanti. L’Handycam inizia a riprendere senza sosta lo spettro dell’11 settembre impresso a fuoco sul volto di tutti. Ma l’11 settembre è passato e quando puoi reagire e combattere contro i tuoi stessi simili la paura è di quelle che si possono domare. Se il pericolo, però, assume le oscene e smisurate forme di un mostro partorito da chissà quale inferno, beh, allora non resta che correre, e ancora correre.

Monster Hunter arriva al cinema

Arriva nelle sale il film con Milla Jovovich basato sull'omonima serie di videogiochi.

Emanuele Manco, 17/06/2021

Monster Hunter

Monster Hunter

Monster Hunter nuovo film di Paul W. S. Anderson, con l'immancabile Milla Jovovich

Martina Grusovin, 17/06/2021

S. La nave di Teseo di V.M. Straka

S. La nave di Teseo di V.M. Straka

J.J. Abrams e Doug Dorst autori di una storia che si legge su più livelli, che affascina a livello visivo ma...

Martina Frammartino, 7/01/2019