Nel pomeriggio del 14 dicembre 2017 la The Walt Disney Company ha annunciato di aver trovato un accordo con la famiglia Murdoch: 52,4 miliardi di dollari in cambio del controllo di 21st Century Fox. Nonostante la somma sembri esorbitante (per comparazione, Lucasfilm e Star Wars erano state comprate per 4 miliardi), a tale cifra bisogna aggiungere ulteriori 13,7 miliardi di debiti che, accumulati da Fox, ora finiranno a carico dei nuovi padroni di casa. Dall’acquisto sono esclusi i canali di news e informazioni, ma la 20th Century Fox, e quindi i personaggi Marvel  e di AvatarFox Searchlight, i canali via cavo e le produzioni televisive saranno tutte inglobate in Disney e, probabilmente, andranno tutte a nutrire il nuovo sistema di streaming concorrente a Netflix e Amazon Prime. In secondo luogo bisogna anche ricordare che Fox stava trattando con Sky per ottenere il 100% delle quote di mercato, quote che ora potrebbero direttamente slittare all’azienda californiana.

Cosa potrà accadere al Marvel Cinematic Universe?

Per anni i fan Marvel hanno visto i propri eroi divisi in tre mondi cinematografici ben distinti: da una parte la Disney con i suoi blockbuster epocali, quindi le pellicole più seriose e mature della Fox, infine gli Spider-man della Sony. Negli ultimi anni questo limite sembra essersi sfocato, soprattutto considerando che l’Uomo Ragno è stato lasciato libero di attraversare la cortina di ferro hollywoodiana per unirsi agli Avengers. Gli X-Men, nelle mani di 21st Century Fox tramite la 20th Century Fox, sono gli assenti di più grande rilievo nel panorama disneyano e molti fan hanno preso a sperare che questa mancanza venisse sopperita celermente.

Se gli Avengers chiameranno Hugh Jackman risponderà. Forse

Se gli Avengers chiameranno Hugh Jackman risponderà. Forse

Articolo di Denise Maria Paulis Mercoledì, 1 marzo 2017

L’attore australiano ha parlato dell’eventualità di rivestire i panni di Wolverine, dopo il suo addio al personaggio col film Logan – The Wolverine, se mai ci sarà un accordo tra Fox e Marvel Studios per un universo condiviso come per Spider-Man.

Leggi

Fox, tuttavia, è sempre stata molto attenta a non cedere alcuna licenza Marvel. Oltre ai già citati X-Men, anche Deadpool e i Fantastici Quattro sembravano essere destinati a non subentrare mai nel Marvel Cinematic Universe, eppure già qualche mese fa il noto fumettista Stan Lee aveva sibillinamente suggerito che la casa di Topolino stesse elaborando una soluzione al “problema”. Si era pensato a un cavillo legale con cui anticipare il termine delle esclusive o a un improbabile accordo per sugellare una joint venture, come avvenuto con la Sony, ma la proposta che era al vaglio si è dimostrata molto più semplice e roboante.

Spider-Man: cosa devono aspettarsi Marvel e Sony dopo l'accordo?

Spider-Man: cosa devono aspettarsi Marvel e Sony dopo l'accordo?

Articolo di Emanuele Manco Martedì, 17 febbraio 2015

Nella marea di commenti alla inclusione di Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe, spicca quello di un articolista della rivista economica Forbes sulle potenzialità economiche di tale rientro.

Leggi

Come Luxottica, Bayer e Alphabet, The Walt Disney Company si sta progressivamente allargando fino a ottenere quello che sembrerebbe essere un monopolio schiacciante, ma almeno ci sono buone possibilità che alla trilogia degli Avengers succeda un reboot degli X-Men.