La notizia della settimana scorsa è stata quella dell'annuncio dell'arrivo di Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe.

Anticipato dalla diffusione negli scorsi mesi di mail tra dirigenti Sony e Marvel, auspicato dai Marvel fan di tutto il mondo, l'arrivo del personaggio ideato da Stan Lee e Steve Ditko nell'universo narrativo cinematografico fortemente voluto da Kevin Feige ora è realtà.

I dettagli li ho già comunicati la scorsa settimana, così come in un successivo articolo ho parlato di alcune delle prime conseguenze. Inoltre l'intera rete si è lanciata in congetture, suggerimenti, auspici su come questo ingresso verrà realizzato.

È ufficiale: Spider-Man entrerà nel Marvel Cinematic Universe

È ufficiale: Spider-Man entrerà nel Marvel Cinematic Universe

Articolo di Emanuele Manco Martedì, 10 febbraio 2015

Sony Pictures Entertainment e Marvel Studios hanno annunciato che l'arrampicamuri sarà nei film MCU. Nell'annuncio ufficiale non è stato fatto nessun titolo, ma il Wall Street Journal ha avanzato l'ipotesi che l'Uomo Ragno apparirà in Captain America: Civil War.
Il tutto avrà effetti sulle uscite dei film Marvel. Ecco le nuove date.

Leggi

Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe: la rete esplode di congetture

Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe: la rete esplode di congetture

Articolo di Emanuele Manco Mercoledì, 11 febbraio 2015

Spider-Man in Civil War? E perché non già in un cameo in Avengers: Age of Ultron? E quali eroi potrebbero apparire nei suoi film? Il casting del nuovo Spider-Man è già in corso? Fioccano le domande dopo l'accordo Sony-Marvel.

Leggi

Già nel secondo articolo, oltre alla cronaca, ho espresso delle opinioni, che ora vorrei approfondire.

Conservare la mitologia

La sede della Oscorp in The Amazing Spider-Man 2: il potere di Electro
La sede della Oscorp in The Amazing Spider-Man 2: il potere di Electro

L'idea di un ennesimo reboot lascia anche me un po' perplesso. Abbiamo già visto due volte al cinema le origini di Spider-Man, la prima nel 2002, la seconda nel 2012. Se è sembrato troppo presto rivederle dopo 10 anni, l'idea che il film previsto per il 28 luglio 2017, ossia dopo solo altri 5 anni, le racconti di nuovo non sembra essere la più intrigante.

Al di là della mia opinione negativa sui due film di Marc Webb, voglio aggiungermi al coro di opinioni affermando che ignorarli sarebbe controproducente. Possono anche essere due false partenze, due occasioni mancate, ma hanno comunque una loro mitologia, una comune ambientazione ai film MCU e, secondo me, potrebbero essere considerati alla stregua di Iron Man, L'incredibile Hulk e Capitan America: il primo vendicatore. Ossia dei film che hanno introdotto il personaggio, nei quali l'Universo è lo stesso, ma gli altri pezzi non sono ancora citati. In fondo in Iron Man la parola Vendicatori si è sentita solo nella scena post-crediti, che ha introdotto Nick Fury. Anche nel film di Hulk Stark appare per pochi secondi, così come Fury ritorna nel finale del primo film su Capitan America. Il legame dei film MCU era più stretto in Iron Man 2 e Thor, per arrivare all'apoteosi di The Avengers.

Insomma penso che narrativamente The Amazing Spider-Man e The Amazing Spider-Man: il potere di Electro, potrebbero essere tranquillamente considerati film della Fase Uno e Fase Due del Marvel Cinematic Universe, ma nei quali non si parla di eventi e personaggi degli altri film.

D'altra parte anche nei fumetti i personaggi coesistono nello stesso mondo, ma non si incontrano tutti i mesi, anzi sono di solito eventi eccezionali quelli che portano a simili incontri.

Non sarebbe il caso di rinunciare alla Oscorp, alla possibilità di avere le industrie di Norman Osborn al loro posto nell'universo marvel, accanto alla citate Industrie Stark, Roxxon e le Hammer.

Il fatto che il potenziale di ambientazione e personaggi non sia stato sfruttato al meglio in passato non significa che non possano farlo altri sceneggiatori.

Peter Parker

Emma Stone e Andrew Garfield in The Amazing Spider-Man 2
Emma Stone e Andrew Garfield in The Amazing Spider-Man 2

Un nodo centrale è Peter Parker.

Nella caratterizzazione dei film di Webb è stato fallito l'obiettivo. Talvolta Peter è geniale, talvolta è un idiota. È il secondo migliore studente di scienze, superato da Gwen Stacy, ma in alcune circostanze è sembrato indegno di tale posizione, per esempio quando cerca su youtube come risolvere i problemi con Electro nel secondo film. Peter Parker è sempre stato, sotto vari sceneggiatori, un nerd disadattato, ma un nerd così geniale che, giusto per dare l'idea, può parlare a tu per tu di scienza con Reed Richards, Tony Stark e Bruce Banner.

Secondo me è ancora possibile evolvere il personaggio visto nei primi due film in questa direzione. Anzi sarebbe doveroso.

Che poi debba essere fatto con un nuovo attore si può anche discutere, ma in realtà io ho sempre fatto il tifo per Andrew Garfield, un bravo attore la cui promettente carriera (belle le sue prestazioni in Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo di Terry Gilliam e The Social Network di David Fincher) temo sia stata bruciata dalle cattive scelte della produzione riguardo a Spider-Man.

Ritengo però, nell'ottica del suggerimento del primo paragrafo, che non si debba pensar neanche per un istante di cambiare completamente il personaggio, utilizzando le versioni Ultimate o 2099. Quelle sono versioni alternative di un universo, quello Marvel, che è già alternativo rispetto al nostro.

Il Marvel Cinematic Universe è nato con i personaggi storici come Bruce Banner, Steve Rogers e Tony Stark, tra gli altri, adess che Spider-Man farà il suo ingresso deve farlo come Peter Parker.

Ribadisco altresì che se la volontà della Marvel è di introdurre Spidey in Captain America: Civil War, non può avvenire con un personaggio il cui arco narrativo è appena iniziato.

Nella saga fumettistica Peter Parker è al centro della vicenda, conteso dai due leader Iron Man e Capitan America. È un personaggio con esperienza quello che approccia il conflitto tra eroi, con i mille dubbi del suo conflitto interiore.

Avrebbe senso se a interpretare Spidey nel film dei fratelli Russo fosse proprio Garfield, nei panni di un disilluso Peter Parker che, dopo le batoste dei primi due film, decidesse di rivelarsi al mondo.

Conclusioni

Come avete letto, la mia lista di suggerimenti è corta. Ritengo che le soluzioni a problemi che sembrano complicati debbano essere semplici. Come realizzare l'inserimento di Peter Parker e della mitologia ragnesca nei film Marvel è un compito che spetta ai talenti e mestieranti del mondo del cinema e della narrazione a disposizione della due major coinvolte. Ora che i creativi Marvel possono dire la loro gli spazi di manovra possono essere ampi. Non sarebbe male pensare a realizzare dei cortometraggi, delle scene da inserire in nuove edizioni home video dei film di Spider-Man o MCU. Inoltre ricordo che il MCU è un progetto cross-mediale che ha anche una sponda fumettistica, per cui realizzare delle storie a fumetti di Peter Parker che mostrano dove si trovava durante gli eventi degli altri film è possibile. D'altra parte già ora alcuni eventi non narrati nei film sono presenti nei fumetti marchiati MCU.Alla Marvel sono esperti di innesti di retro-continuity, lasciate fare a un buon scrittore e sembrerà come se i due universi cinematografici siano sempre stati uno solo.

Cosa faranno alla Marvel non lo sappiamo ancora. Ma sapendo con quanta solerzia si muove il team di Kevin Feige sono fiducioso che lo sapremo presto, e che la soluzione, nella sua relativa semplicità, ci sorprenderà.

Vi lascio con un video di ScreenCrush, un montaggio di sequenze di The Avengers con parti dei film di Spider-Man. Secondo me hanno colto nel segno. Se è possibile unire Spider-Verse e MCU forse alcuni fan, non solo il sottoscritto, lo auspicano.

Inoltre il video è un buon modo, ritengo, per ricordare che poi alla fine è tutto un gioco e che quello che conta per noi spettatori e fan è divertirci.